A- A+
Cronache

 

"Mi ricordo esattamente che in passato Roberta aveva avuto un sospetto su Sara, la segretaria dell’autoscuola del marito, Antonio Logli: pensava che fosse la sua amante". Nuove rivelazioni sul mistero di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua casa di San Giuliano, Pisa, ormai più di un anno fa. Un'amica della donna confessa agli inquirenti: "Cadde in una trappola. Il marito e Sara fecero una messa in scena per convincerla che si era sbagliata sul loro conto". E intanto proseguono le ricerche: nelle battute impegnate circa 1500 persone nella vasta area boschiva detta "Valle del Diavolo".

Carabinieri e volontari, scrive La Nazione, hanno rastrellato una vasta aerea boschiva a Larderello, nella Valle del diavolo, così chiamata per la presenza di pozzi geotermici e soffioni boraciferi, in Alta Val di Cecina, a oltre cento chilometri dall’abitazione della donna. Lunedì si prosegue a Ponsacco e ancora nelle campagne di San Giuliano e da martedì inizieranno i controlli nel lago di Massaciuccoli.

Intanto però al vaglio degli investigatori c’è anche un’altra inquietante ipotesi: la donna scomparsa potrebbe essere caduta in una sorta di trappola. Secondo La Nazione, un'amica intima di Roberta avrebbe rivelato quanto segue: "Mi ricordo esattamente che in passato Roberta aveva avuto un sospetto su Sara, la segretaria dell’autoscuola del marito, Antonio Logli: pensava che fosse la sua amante. Aveva sentito una telefonata fra i due e aveva affrontato Antonio chiedendo spiegazioni. Lui aveva negato e dopo qualche giorno Roberta raccontò di aver assistito di nascosto a una conversazione fra lui e la segretaria e di aver concluso di essersi sbagliata".

"Sembra che mentre lei arrivava in agenzia", avrebbe continuato la donna "Antonio e Sara avessero cominciato di proposito a parlare e lui ridendo e scherzando aveva preso in giro la moglie dicendo a Sara: ‘Sai che crede che tu sia la mia amante? Ah ah’. Una specie di messa in scena per dissipare i dubbi di Roberta. Dopo quell'episodio Roberta parlava solo bene di Sara. Mi ricordo che più volte ha detto che senza di lei non avrebbe saputo come fare perché era l’unica che in certi periodi riusciva a far mangiare la bimba che spesso soffriva di stomaco e rifiutava il cibo. Fino alla sera maledetta della scomparsa, dunque, Roberta non sapeva che era proprio Sara l’amante di Antonio: sapeva che lui aveva un’altra, ma credeva che fosse una delle mamme della scuola di danza frequentata dalla figlia. Sono convinta che Roberta abbia scoperto la verità proprio la sera in cui è scomparsa".

Tags:
roberta ragusaamicasvolta

i più visti




casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.