A- A+
Cronache

Non vede ancora una conclusione il giallo legato a Roberta Ragusa. Spunta una nuova testimone nell’inchiesta sulla scomparsa di Roberta Ragusa. La donna è una conoscente di Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, indagato dall’8 febbraio 2012 per l’omicidio volontario e l’occultamento del cadavere della moglie.

Chi è la nuova testimone? Si tratta di una 50enne collega di lavoro di Antonio Logli. La supertestimone lavora infatti alla Geste, società di servizi comunali di San Giuliano Terme, stessa azienda nella quale Logli lavora come elettricista. La donna è stata sentita in Procura dal pm Aldo Mantovani. La donna ha dichiarato “di aver trovato, circa un mese dopo la scomparsa della Ragusa, due fazzoletti di carta macchiati di sangue in un furgoncino della Geste che veniva solitamente usato per lavoro proprio da Antonio Logli.

Il furgoncino, formalmente, era fermo dal novembre 2011, perché Logli aveva riferito che non funzionava più. Invece, come emerso successivamente, il mezzo aveva solo bisogno di un piccolo intervento e chi aveva le chiavi lo avrebbe potuto utilizzare senza problemi.”

Tags:
roberta ragusafazzoletti di sangue
in evidenza
Silvio chiede che Mattarella lasci? Risentita reazione del Presidente

Ironia del Web

Silvio chiede che Mattarella lasci?
Risentita reazione del Presidente


in vetrina
UNIQLO porta lo stile francese nel mondo con Ines de la Fressange

UNIQLO porta lo stile francese nel mondo con Ines de la Fressange





casa, immobiliare
motori
Vandoorne è Campione del Mondo del Campionato ABB FIA Formula E

Vandoorne è Campione del Mondo del Campionato ABB FIA Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.