A- A+
Cronache

Il gup Sergio De Luca del Tribunale di Salerno ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dai pm Rocco Alfano e Guglielmo Valenti per il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, e per altre 21 persone coinvolte nella inchiesta su irregolarita' urbanistiche commesse a partire dal 2008 nella realizzazione del complesso edilizio del Crescent sul lungomare di Salerno. La prima udienza del processo si terra' il prossimo 23 dicembre davanti ai giudizi della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno. I reati contestati al sindaco di Salerno e agli altri 21 indagati e' abuso d'ufficio, falso ideologico, lottizzazione abusiva e invasione di terreni.

I fatti risalgono al 2008 quando la Giunta comunale di Salerno approvo' il progetto firmato dall'architetto Ricardo Bofil per un'opera urbanistica che comprende abitazioni, uffici, locali commerciali e box, articolati in sei settori dal volume di circa 90mila metri cubi, sovrastando la spiaggia di Santa Teresa. La richiesta di rinvio a giudizio era stata formulata nell'udienza del 23 ottobre scorso dai pm Alfano e Valenti per reati di natura ambientale e urbanistica commessi dal sindaco di Salerno e da altri 21 indagati. Oltre al sindaco di Salerno andranno a processo tecnici, funzionari comunali e imprenditori.

V.De Luca, sereno nonostante rinvio a giudizio - Esprime "serenita' e profondo rispetto nella magistratura" il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, dopo la sentenza di rinvio a giudizio emessa dal gup Sergio De Luca. "Ho agito nell'esclusivo interesse della mia citta'", fa sapere tramite il suo ufficio stampa. "Resto in attesa di giudizio, sono molto sereno", conclude.

Tags:
salerno
in evidenza
Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

Lo scherzo e l'imprevisto

Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.