A- A+
Cronache
Schettino a La Sapienza. Il rettore: "Iniziativa indegna del docente"

Concordia, rinvenuto un teschio sul relitto  - Un teschio e' stato rinvenuto sul relitto della nave da crociera Costa Concordia dal pool di ricercatori impegnati nel porto di Genova. Conferme giungono dalla procura di Genova. Potrebbe appartenere a Russel Rebello, il cameriere indiano scomparso nel naufragio del Giglio, o a una donna la cui salma fu trovata decapitata. Indispensabile il pronunciamento di un medico legale.

CAOS SU SCHETTINO ALLA SAPIENZA

Il legale di Schettino: nessuna lezione; è linciaggio mediatico - "Il comandante Francesco Schettino non e' stato chiamato a tenere, ne' ha tenuto alcuna lectio magistralis presso l'Universita' La Sapienza di Roma, ne' in altra sede universitaria". E' quanto precisa il legale di Schettino, Cataldo Calabretta, spiegando che "il comandante, nell'ambito di un'iniziativa riservata ad esperti del settore, si e' limitato a commentare un video in 3D in cui venivano ricostruiti i momenti successivi al naufragio della nave Costa Concordia (dall'urto all'ammaino delle scialuppe)". Per il legale "si tratta, pertanto, di un inaccettabile tentativo di screditare Schettino, sottoposto, ormai da tempo, a un indegno linciaggio mediatico portato avanti, come in questa occasione, attraverso la diffusione di notizie niente affatto corrispondenti alla verita'".

Rettore La Sapienza, iniziativa indegna di un docente - "La partecipazione di Schettino e' stata una iniziativa autonoma ed indegna di un docente, con la liberta' accademica che non puo' essere irresponsabilita'". Lo afferma il Rettore dell'Universita' degli Studi di Roma La Sapienza Luigi Frati aggiungendo che "La liberta' accademica di cui godono i docenti universitari per dettato costituzionale impone anche di essere responsabile, proprio perche' si e' in una comunita' educante. La Sapienza prende le distanze dal cosi' grave episodio, lo condanna fermamente, e deferisce immediatamente il prof. Mastronardi al Comitato Etico, perche' ne valuti i profili, anche ai fini disciplinari".

"In merito alla notizia comparsa oggi sulla stampa che il sig. Francesco Schettino, attualmente a giudizio presso il Tribunale di Grosseto per il grave disastro della Costa Concordia nel quale sono decedute 32 persone, e' intervenuto in un seminario all'interno del Master in Scienze criminologico-forensi "Dalla scena del crimine al profiling" - si legge in una nota - la Sapienza indignata per il fatto prende le distanze dall'iniziativa del Direttore del Master professor Mastronardi. Tutti ricordano il dialogo da Livorno tra il Comandante dell'area-Tirreno e lo Schettino, con l'ordine perentorio di ritornare sulla nave, che nel mezzo del disastro era stata abbandonata dallo Schettino con i passeggeri in grave pericolo. Basterebbe questo per bollare l'iniziativa del direttore del Master professor Mastronardi come deviante rispetto alle finalita' di un qualsiasi evento accademico".

Nella nota, il Rettore spiega ancora che "alle patetiche scuse del Professor Mastronardi, immediatamente chiamato telefonicamente dal rettore Luigi Frati - si legge ancora nella nota - fa riscontro il programma, ora acquisito, di "Sabato 5 luglio 2014, Circolo Aeronautica, Casa dell'Aviatore, - ore 11.00-12.30 - Ricostruzione dell'evento critico della Costa Concordia con l'aiuto della grafica in 3D - commentera' il Comandante Francesco Schettino" (sic!!!). Proprio il programma accentua la gravita' dell'episodio per le sedi (Universita' e Aeronautica militare), per l'assenza di contradditorio (sarebbe stato interessante la presenza di qualcuno dei passeggeri o di chi ha avuto un parente deceduto), per non esservi stata una doverosa astensione essendovi un procedimento giudiziario penale in corso (con l'aggravante di dare strumentalmente allo Schettino una platea universitaria)"

Il ministro dell'istruzione Giannini, "sconcertante, rispettare famiglie vittime" - "Trovo che l'intervento di Schettino nel corso di un seminario organizzato da un docente dell'Universita' 'La Sapienza' di Roma sia un fatto sconcertante. L'autonomia universitaria non puo' essere declinata in spregio alle famiglie delle vittime della tragedia della Concordia che rappresenta ancora una ferita aperta per questo Paese". Ad affermarlo e' il ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, Stefania Giannini. "Non si puo' certo pensare - continua il ministro - di rendere piu' attrattivi master e seminari sfruttando l'onda mediatica perche' si tratta di un atteggiamento che non fa onore alla nostra Accademia. Le nostre Universita' devono continuare a essere luoghi in cui si trasmettono il sapere, la dottrina e il metodo e non dove si produce spettacolarizzazione".

Schettino, lectio magistralis a La Sapienza sulla "gestione del panico" - "Sono qui perché sono un esperto, ho navigato in tutti i mari del mondo e so come comportarsi e come reagire". A parlare davanti agli studenti della facoltà di Medicina a La Sapienza di Roma non è un normale docente ma Francesco Schettino, l'ex capitano della Costa Concordia chiamato per tenere una lectio magistralis sul tema della gestione del panico per un master in scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di psicopatologia forense.

A riferire la notizia, che scatenerà polemiche, è il Quotidiano Nazionale. Schettino ha parlato per quasi due ore discutendo della gestione del panico proprio parlando dell'incidente della Concordia. Già, la Concordia. Per Schettino quello è stato solamente un incidente, lo ha ripetuto più volte. Da subito, dopo che l’ingegner Ivan Paduano aveva ricostruito anche grazie alla tecnica 3D il naufragio del transatlantico della Costa Crociere. Ora in molti si chiedono sull'opportunità di questa lezione, se il rettore de La Sapienza fosse a conoscenza. Eppure il calendario del corso era sicuramente noto e il nome di Schettino compariva nel programma di studi.

Tema della lezione era il panico, quello che secondo il comandante non lo ha mai colpito in quella tragica notte. "Ho viaggiato in tutti i mari del mondo - ha detto Schettino stando a quanto riporta il giornale -. So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse". Nella sua lezione Schettino ha trovato anche il modo di far capire come abbia evitato una tragedia peggiore paragonando il disastro della Concordia all'attacco dell'11/9: "Come mai durante l’attentato alle Torri Gemelle, c’erano persone che si lanciavano dalle finestre e durante il naufragio della Concordia nessuno fece un gesto del genere?". Una domanda alla quale nessuno ha dato una risposta. O forse tra poco la daranno i giudici.

 

Tags:
schettinola sapienza
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.