A- A+
Cronache

 

 

Guardia di Finanza1

Giocattoli, casalinghi, articoli di cancelleria e soprattutto souvenir con l'effigie del Papa, rigorosamente made in China.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Milano ne hanno sequestrati un quantitativo superiore al milione di pezzi in un deposito nell'hinterland di Milano, e denunciato il responsabile all'autorita' giudiziaria. Il servizio e' scaturito dopo articolate indagini condotte dagli uomini della Guardia di Finanza, fatte di pedinamenti e ricostruzione degli spostamenti, che hanno portato all'individuazione di un capannone in un'area industriale semi abbandonata a Trezzano sul Naviglio.


 

Qui i militari hanno trovato la merce con un enorme numero di souvenir della Citta del Vaticano di recentissima produzione visto che riportano gia' l'effigie del nuovo Papa. "Un evento epocale - spiega la Gdf - che ha fatto registrare un'impennata nelle vendite di souvenir e che e' stata interpretata dalla criminalita' come una ghiotta occasione di lucro". Ombrelli, penne, prodotti di cancelleria ed altra oggettistica varia era gia' pronta per essere immessa nel canale illegale di distribuzione.

Il capannone costituiva il luogo di stoccaggio della merce che, attraverso piccoli mezzi di trasporto veniva distribuita. Una tecnica detta, in termini investigativi, "smurfing" ossia frazionare una grossa mole di merce in piccoli quantitativi, piu' difficili da individuare e la cui singola perdita mantiene inalterata la potenza economica dei traffici. Una persona e' stata identificata e denunciata alla Procura della Repubblica di Milano per i reati di "Immissione nel mercato di prodotti pericolosi e "Vendita di prodotti industriali con segni mendaci".

Tags:
papasouvenircinesigdf
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.