A- A+
Cronache

E' stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio il convivente di Vanessa Villani, la 31enne di Ferentino (Frosinone) massacrata di botte il 17 aprile scorso e che per lungo tempo è rimasta in stato di coma. Ad ammanettare l'uomo su ordine di custodia cautelare del gip del tribunale di Frosinone, sono stati gli investigatori della squadra mobile della questura di Frosinone.

Il personale del questore Giuseppe De Matteis e quello del capo della squadra mobile, il vice questore Carlo Bianchi, per tre mesi hanno effettuato intercettazioni ambientali e telefoniche per arrivare a incastrare colui che con una bastonata aveva quasi ucciso la giovane mamma.

Vanessa Villani venne trovata in coma dalla madre nella sua abitazione di Ferentino, in via Cartiera. La poveretta per mesi, essendo in coma, non aveva potuto raccontare nessun particolare di quell'orribile aggressione. La scorsa settimana la svolta con il suo risveglio e il ricordo degli ultimi istanti prima del buio. Il compagno è stato tradotto nel carcere di Frosinone in attesa di essere interrogato.

Tags:
comafidanzatoarresto
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.