A- A+
Cronache
"Tutti in piazza per sostenere gli aspiranti poliziotti"

In piazza per rompere il silenzio inaccettabile delle istituzioni. Avevamo chiesto un provvedimento a costo zero per realizzare il sogno di chi crede in una divisa e per garantire un po' di sicurezza. Avevamo ricevuto garanzie circa la selezione per la polizia di Stato nella quale sono risultati 512 idonei ma non vincitori del concorso. Bastava ampliare le graduatorie per consentire a tanti ragazzi di servire lo Stato e sfuggire alla disoccupazione. E per assicurare, come si era detto, più sicurezza all'Expo 2015 in programma a Milano.

Le parole però, nonostante tante soolecitazioni, hanno lasciato il posto ai fatti. E allora non ci resta che scendere in piazza, così come faremo domani, aspiranti agenti e sindacati polizia. Saremo in piazza dell' Esquilino, a Roma, alle ore 10, per far sentire la voce di chi non è ascoltato dal ministro Alfano.

Silvia Pispico

segretario provinciale FLI-Lecce


LA VICENDA, raccontata da Affaritaliani.it con un articolo del 24 febbraio scorso

Su Expo allarme sicurezza: "Mancano 15mila agenti". Ma 512 ragazzi considerati idonei al concorso della Polizia di Stato non vengono fatti lavorare. La dott.ssa Silvia Pispico, segretario provinciale di Fli a Lecce, lancia un appello a Renzi e Alfano: "E' una soluzione a costo zero, non mortificate le aspirazioni di questi ragazzi" LA VICENDA - Manca ormai poco più di un anno all'inizio di Expo. Un evento internazionale, importante ma anche rischioso. Rischioso soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Si stima che per soddisfare le esigenze di sicurezza manchino circa 15 mila agenti. Il ministro dell'Interno Alfano ha promesso interventi per risolvere la situazione, tra i quali lo sblocco del turnover delle forze dell'ordine.

NCD RISPONDE ALL'APPELLO Ecco la risposta alla lettera di Silvia Pispico inviata al ministro Alfano e all'articolo di Affaritaliani.it. Gent.ma dott.ssa Pispico, stiamo provvedendo a girare la Sua richiesta agli Organi comptenti. Cordiali saluti Ufficio stampa Ncd Ma il paradosso è che dei ragazzi già pronti e idonei a svolgere questo lavoro non sono stati per ora presi in considerazione. Si tratta di 512 candidati risultati idonei al concorso "964 allievi agenti in Polizia di Stato del 2013". Ma finora la soluzione più ovvia non è stata adottata, vale a dire far lavorare questi ragazzi che per essere arruolabili in data utile per l'Expo dovrebbero cominciare la scuola entro e non oltre il mese di aprile 2014. Sarebbe inutile effettuare un altro concorso, perché in tal caso i nuovi vincitori sarebbero operativi solo nel dicembre 2015, cioè a Expo già bello che finito. Ad aprile mancano poche settimane ma per ora questi 512 ragazzi non sono stati chiamati da nessuno.

L'APPELLO AL GOVERNO - In realtà le organizzazioni sindacali hanno già dato il loro appoggio a questi ragazzi, che hanno trovato un grande aiuto nella dott.ssa Silvia Pispico, segretario provinciale di Fli a Lecce. "Non è più derogabile il contrasto dell'emergenza sicurezza", ha dichiarato l'avvocato Pispico. "E' anche per questo, non solo per esaudire il sogno di oltre 500 ragazzi che aspirando alla divisa onorano la Polizia di Stato, non è soltanto per rendere giustizia a chi ha dimostrato inequivocabilmente merito, che abbiamo intrapreso questa battaglia e abbiamo inviato una lettera a Matteo Renzi, neopresidente del Consiglio. Le forze dell'ordine, già bistrattate dai precedenti governi, hanno bisogno di rimpolpare i ranghi. E' ora che si tutelino veramente i cittadini". Dare il via libera ai 512 ragazzi idonei sarebbe una soluzione a costo zero, in un momento particolarmente drammatico per le casse non solo dello Stato ma anche della Polizia.

Tags:
spiralfanoincontro
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.