A- A+
Cronache
Srebrenica, responsabilità dell'Olanda nel massacro

Lo Stato olandese e' responsabile per la morte di 300 persone a Srebrenica. Lo ha deliberato un tribunale olandese. "Lo Stato olandese - afferma il Tribunale - e' responsabile per le perdite degli uomini deportati dai serbi bosniaci dal compound olandese di Potocari nel pomeriggio del 13 luglio 1995". I parenti delle vittime hanno intentato una causa contro i peacekepers olandesi accusandoli di non avere protetto oltre 8mila uomini e ragazzi musulmani, barbaramente uccisi durante il conflitto in Bosnia.

Il Tribunale olandese ha sentenziato che "cooperando per la deportazione il battaglione olandese agi' illegalmente". Munira Subasic, rappresentante delle Madri di Srebrenica, afferma: "Oggi e' stata fatta giustizia per un gruppo di persone. Il compound olandese era cosi' grande che tutti sarebbero potuti rimanere". L'11 luglio del 1995 le forze serbo-bosniache, guidate da Ratko Mladic, annientarono la piccola enclave musulmana che aveva cercato protezione presso i peacekeepers Onu a Potocari. Mladic e' tuttora sotto processo per genocidio e crimini di guerra. In quei giorni vennero uccisi circa 8mila musulmani. Il ministero della Difesa olandese non ha ancora chiarito se presentera' appello oppure no.

Tags:
srebrenicaolanda
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra





motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.