A- A+
Cronache
violenza donna

Potrebbe decadere la custodia cautelare in carcere per gli stalker. E' l'effetto di un emendamento al dl svuota carceri presentato dal gruppo Grandi Autonomie e Liberta' e approvato a Palazzo Madama.

A presentare l'emendamento, con il parere favorevole del governo e votato da tutta la maggioranza, e' stato il senatore Lucio Barani. La nuova norma, presentata la scorsa settimana in Commissione Giustizia, porta il tetto degli anni di pena entro i quali scatta la custodia cautelare in carcere da quattro a cinque. Questo significa che, se il reato prevede una inferiore a cinque anni, la custodia cautelare non si puo' applicare. E' il caso, appunto, del reato di stalking per il quale e' prevista una pena massima fino a quattro anni.

NON PIU' CUSTODIA CAUTELARE PER FINANZIAMENTO ILLECITO - Potrebbe decadere la custodia cautelare in carcere per chi si rende colpevole del reato di finanziamento illecito dei partiti. E' l'effetto di un emendamento al dl svuota carceri presentato dal gruppo Grandi Autonomie e Liberta' e approvato a Palazzo Madama. L'emendamento esclude la custodia cautelare in carcere anche per chi rende falsa testimonianza davanti ai giudici.

Tags:
stalkingfinanziamentocarcere
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.