A- A+
Cronache

"La Regione Sicilia e' in grande difficolta' e in questo c'e' la consistente parte di delusione rispetto al governo della Regione che aveva annunciato grandi interventi sul piano della trasperanza e della legalita' ma che non ci pare abbia affrontato concretamente il tema degli investimenti e del lavoro". Cosi' da Agrigento la leader della Cgil, Susanna Camusso, boccia la giunta regionale guidata da Rosario Crocetta.

Ecco cosa salta - L'impugnativa del commissario dello Stato, Carmelo Aronica, demolisce la legge di stabilita' predisposta dal governo di Rosario Crocetta e cassa 32 dei 48 articoli della manovra facendo saltare alcuni dei punti ritenuti qualificanti dal governatore, come gli aiuti alle coppie di fatto, l'impiego dei forestali in enti della Regione, l'accorpamento dei Consorzi di bonifica per ridurli a due soli, e ancora l'integrazione dei servizi socio-sanitari. Insomma, una mannaia che decapita la legge piu' importante per la Sicilia, riscritta varie volte dal governo, oggetto di un'estenuante maratona parlamentare, il cui risultato viene adesso sostanzialmente vanificato.  Le norme impugnate dal commissario, che ne eccepisce davanti alla Consulta la legittimita' costituzionale, riguardano i residui attivi, passivi e perenti e di equilibrio di bilancio (articolo 3), disposizioni in materia di entrate e in particolare la riscossione dell'Irap (articolo 5), disposizioni in materia di assegnazioni finanziarie ai Comuni e in particolare l'autorizzazione alle spesa di 15 milioni (articolo 6), i risparmi nella sanita' e in particolare l'integrazione dei servizi socio-sanitari ricompresi nei livelli essenziali di assistenza (articolo 8), sempre in materia di sanita' la soppressione delle cariche di coordinatore sanitario e coordinatore amministrativo (articolo 9), le spese di pulizie e servizi ausiliari (articolo 10), il contenimento delle spese del settore pubblico regionale e delle societa' partecipate relativamente all'impiego dei forestali negli enti della Regione (articolo 11), la riorganizzazione delle risorse umane nel settore forestale e della prevenzione degli incendi (articolo 12), l'accorpamento dei Consorzi di bonifica (articolo 13), il personale dell'Ente acquedotti siciliani, in liquidazione (articolo 14), il rifinanziamento di leggi di spesa (articolo 17), l'integrazione tra servizi sanitari e socio-assistenziali (articolo 19), la cessione di partecipazioni azionarie della Regione (articolo 22), le modifiche delle norme che regolamentano le societa' pubbliche regionali (articolo 23).

Crocetta: impugnativa ideologica; ddl su coppie di fatto
"L'impugnativa da parte del commissario dello Stato sui diritti delle coppie di fatto, ci e' sembrata ideologica e frutto di una visone statica della societa' italiana, poiche' vale poco dire che non e' prevista la copertura finanziaria per i nuovi interventi laddove nel bilancio della Regione non e' prevista alcuna misura a favore delle famiglie tradizionali. Estendere i benefici previsti a favore delle famiglie tradizionali, anche alle coppie fatto, e' una norma quadro che non cambia la finanziaria". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, il quale assicura che la disposizione sara' riproposta con una disegno di legge specifico. (AGI) (AGI) - Palermo, 23 gen. - "L'articolo 3 della Costituzione -argomenta Crocetta- afferma che che e' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la liberta' e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva uguaglianza dei soggetti. Ci colpisce in modo particolare la negazione dei diritti in materia sanitaria alle coppie di fatto poiche', tali affermazioni, sono in contrasto con il diritto inviolabile alla salute di ogni cittadino e di qualsiasi persona che si trovi persino a transitare sul territorio nazionale". Secondo Crocetta, nell'impugnativa "le coppie di fatto sono trattate come soggetti alieni, irriconoscibili, mentre sono persone in carne e ossa, con gli stessi diritti degli altri. Tutto cio' -sostiene- e' in pieno contrasto non solo con lo spirito della Costituzione, ma anche con alcune recenti sentenze della Corte Costituzionale e con le direttive europee, e fa subire alla Regione Siciliana un'ingiustificabile disparita' di trattamento rispetto all'Emilia Romagna che con l'articolo 42 della legge finanziaria del 2009 attribuisce gli stessi diritti riconosciuti alle famiglie tradizionali, alle coppie di fatto. Non rinunciamo a tale battaglia di civilta' e proporremo una nuova legge specifica", conclude Crocetta.

Tags:
siciliacrocettacoppie di fatto
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.