A- A+
Cronache

Diciotto anni e 900 mila chilometri. Questi i dati sul pullman caduto dal viadotto sull'autostrada in direzione di Napoli. Il veicolo, ha reso noto la Direzione dei trasporti, era del 1995, ed era stato immatricolato nuovamente nel 2008. Sorprende l'elevatissima quantità di chilometri percorsi.,Si indagherà sulla revisione del veicolo. Al momento sembra la pista principale seguita dalla Procura di Avellino, che indaga per omicidio colposo plurimo e disastro colposo.

IL FUNERALE - Oltre 3.500 persone hanno partecipato nel Palasport di Pozzuoli per il rito funebre delle 38 vittime del tragico volo dal viadotto dell'A16 di un bus turistico. Il funerale non riguarda, pero', l'autista del pullman, la cui salma e' sotto sequestro per indagini autoptiche piu' approfondite. Oltre al premier Enrico Letta e al ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo, e' arrivato anche il titolare del dicastero dell'Ambiente, Andrea Orlando. Molta gente e' assiepata fuori, lungo la salita che porta all'ingresso della struttura sportiva dove e' stato posizionato un maxischermo.

LUPI, VERIFICHE SU REVISIONE E CEDIMENTO STRUTTURALE
Per capire le cause della tragedia dell'altra sera sulla Bari-Napoli si dovra' "lavorare molto" sui resti del pullman precipitato da un cavalcavia alto 30 metri e si dovra' valutare la revisione fatta sul mezzo quattro mesi fa. Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, a Radio Anch'io. Dalle testimonianze e dalle prime relazioni effettuate, ha sottolineato, il pullman ha perso pezzi "non ha frenato. Sembra che ci sia stato un cedimento strutturale".

Il ministro ha annunciato di aver chiesto una relazione sull'eta' media dei pullman che circolano sulle strade italiane. "Era un mezzo del 1995, vecchio di 18 anni, risulta che abbia percorso 900 mila chilometri e che abbia passato una revisione a marzo scorso, ma vogliamo svolgere un'indagine amministrativa per sapere come vengono fate queste revisioni. Aspetto con forza una relazione su come sono stati fatti questi controlli e credo che dovremo fare una ulteriore riflessione sulle certificazioni che vengono fatte ogni anno su questi mezzi che trasportano tante persone". Secondo Lupi si deve anche lavorare "perche' le nostre strade diventino sempre piu' sicure". Oggi, ha concluso, "e' il giorno del lutto". Quella irpina e' "una tragedia inaccettabile, che ha colpito tutti e che coinvolge tutti".

LETTA ARRIVA A PIEDI A PALAZZETTO SPORT PER FUNERALI
Ha percorso a piedi un pezzo di strada per arrivare al Palazzetto dello Sport di Pozzuoli e presenziare al rito funebre delle 38 vittime del bus, precipitato sulla A16, il premier Enrico Letta.

BUS IN FOLLE CORSA "ERA FUORI CONTROLLO,PERDEVA PEZZI"
Il pullman viaggiava a forte velocita' con la parte anteriore aperta o mancante probabilmente a causa di un precedente "contatto" con il margine destro dell'autostrada nonostante le numerose segnalazioni dei rallentamenti tempestivamente segnalati da tre pannelli a messaggio variabile e da un operatore che sbandierava a terra. E' la ricostruzione ottenuta dall'AGI sulla dinamica del tragico incidente avvenuto sulla Bari-Napoli. A perdere la vita 39 persone (compreso l'autista). Il pullman della ditta "Mondo Travel" di Giugliano, e' precipitato da un viadotto all'altezza di Monteforte Irpino dopo aver sfondato il guardrail. A bordo anziani, adulti e bambini partiti tre giorni fa per un pellegrinaggio a Loreto con tappa, nella serata di sabato, a Telese Terme. 

 

Nel fascicolo aperto dalla Procura di Avellino per omicidio colposo plurimo e disastro "ci sono indagati", conferma il procuratore Rosario Cantelmo e all'AGI sottolinea che si sta "valutando tutto, ogni cosa. Poi ne parleremo", rispondendo anche se al vaglio degli inquirenti vi sia la posizione di Autostrade. "Dobbiamo valutare - insiste Cantelmo - non posso entrare nei dettagli, stiamo valutando tutte le possibilita'. E' ancora presto per farsi un'idea chiara, abbiamo delle attivita' in corso, non posso dire altro". Cantelmo conferma che la gita era costata in tutto 120 euro e che il bus "non era obsoleto. La presenza di un secondo autista dipende dalla distanza e non era questo il caso". La procura di Avellino ha anche sequestrato le immagini riprese dalle telecamere fisse di Autostrade per l'Italia lungo il tratto autostradale interessato all'incidente per chiarire la dinamica e forse le cause dell'accaduto. Per domani, giorno nel quale si svolgeranno i funerali a Pozzuoli delle vittime, e' stato deliberato dal Consiglio dei ministri, lutto nazionale. Il presidente della Repubblica in un messaggio inviato al governatore della Campania, Stefano Caldoro, parla di una "sciagura inaccettabile" che "richiama tutti, istituzioni e cittadini, a un piu' tenace impegno per la sicurezza stradale e impone ogni iniziativa utile a ridurre i fattori di rischio".

DONNA COLTA DA MALORE A FINE RITO FUNEBRE
Una donna di mezza eta' e' stata colta da malore alla fine del rito funebre nel palazzetto dello sport, a Pozzuoli. La donna e' stata portata al presidio medico e i volontari della Croce Rossa l'hanno assistita. Ora si e' ripresa.

Tags:
irpiniastragebusmorti
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.