A- A+
Cronache
Presi jihadisti in fuga verso l'Italia. Il ministro: siamo nel mirino

Due presunti jihadisti verso l'Italia. Due sospetti terroristi legati alla cellula jihadista belga di Verviers sono stati arrestati in Francia al valico di frontiera del Frejus mentre si apprestavano a entrare in Italia. Lo hanno rivelato fonti della polizia francese. I due erano fuggiti dal Belgio dopo il blitz delle forze di sicurezza a Verviers. "Stavano per attraversare il confine nel momento esatto in cui le guardie di frontiera hanno ricevuto.

Massimo allarme in Italia - 'Allarme terrorismo in Italia "e' ora 7 su 10". Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, intervistato a Otto e mezzo, su La 7.
 

18enne arrestata ad aeroporto Stansted di Londra  - Una ragazza di 18 anni e' stata arrestata all'aeroporto Stansted di Londra poiche' sospettata di terrorismo. Lo ha riferito Sky News.

Belgio come Francia, pronto a schierare esercito - Il governo belga e' pronti a far intervenire l'esercito per garantire la sicurezza contro eventuali attentati terroristici. Una misura simile era gia' stata presa in Francia: 10 mila soldati sono stati dispiegati a protezione dei siti sensibili e 4.700 poliziotti a guardia delle 717 scuole ebraiche del paese.

Arrestato il principale complice di Coulibaly - Tra le 12 persone fermate nella banlieue di Parigi c'è il principale complice di Amedy Coulibaly, quello che gli ha fornito "il più rilevante supporto logistico" e in particolare l'auto su cui viaggiava prima della sparatoria a Montrouge. Lo rivela iTelé

I fratelli Belhoucine animatori sociali a Aulnay -  Inquietanti dettagli emergono tra le persone che avrebbero fatto parte della rete terroristica di Coulibaly. Tra loro anche i fratelli Belhoucine, che operavano come agenti municipali della cittadina di Aulnay, paesino nel quale avrebbero prestato occupazione come animatori sociali.

Gli arresti nella notte a Parigi - Le indagini sulla strage di Parigi della settimana scorsa proseguono. Nella notte sono stati effettuati una decina di arresti. Lo riferiscono fonti giudiziarie. I sospetti sono stati fermati nelle banlieue (sobborghi) parigine ad altissima percentuale di residenti musulmani, originari, anche di seconda e terza generazione, dal Nord Africa. Sono stati interrogati perche' sospettati di aver "fornito sostegno logistico (armi e auto)" ai due fratelli franco-algerini Kouachi, autori del massacro (12 persone) alla redazione del settimanale satiricoi Charlie Hebdo e Amedy Coulabaly, che ha ucciso una poliziotta e 4 clienti di ebrei un negozio kosher a Vincennes.

Valls, no legami diretti azioni tra Belgio e Francia - Non c'e' alcun "legame diretto" tra la strage di Parigi del 7 gennaio scorso e gli sventati attentati in Belgio. Lo ha spiegato il primo ministro francese, Manuel Valls. Ha spiegato che non esiste un "legame diretto" tra i due episodi aggiungendo che "il legame certo e' il desiderio di compiere attacchi terroristici contro i nostri valori e i nostri compatrioti".

Belgio, arrestati preparavano attentati oggi o domani - La cellula di presunti terroristi sgominata dalla polizia belga la notte scorsa preparava attentati contro le forze dell'ordine "per oggi, o al piu' tardi domani". Lo ha detto il procuratore Eric Van Der Sypt durante una conferenza stampa a Bruxelles. Il pericolo, ha spiegato, era imminente, "questione di ore", e questo ha spinto la polizia ad accelerare l'operazione. L'indagine, ha spiegato, andava avanti "da alcune settimane".

Cellula in Belgio voleva uccidere poliziotti e decapitare una personalità - La cellula cecena sgominata in Belgio pianificava di uccidere alcuni poliziotti. Lo ha riferito la procura, aggiungendo che e' di almeno 13 arresti (di altre due persone arrestata in Francia, Bruxelles ha chiesto l'estradizione) il bilancio di un'operazione della polizia belga effettuata stanotte nel corso di un'operazione antiterrorismo. Nel corso della perquisizione, ha riferito la procura, sono state trovate uniformi della polizia. Secondo quanto confermato dal ministro degli Esteri belga Didier Reynders i due uomini uccisi erano tornati di recente dalla Siria. Un terzo uomo, rimasto ferito nell'assalto della polizia e' stato arrestato. "Le operazioni sul terreno sono terminate. Ora analizzeremo la situazione per capire se la polizia e le autorita' giudiziarie dovranno prendere altre misure", ha spiegato Reynders.

La cellula jihadista ad ogni modo secondo indiscrezioni aveva un unico obiettivo, quello di scioccare il Belgio ferendo al cuore la polizia. Secondo il sito di informazione La Derniere Heure, solitamente molto ben informato, il gruppo di estremisti rientrati dalla Siria voleva rapire e decapitare una personalità, probabilmente una personalità di spicco o un alto funzionario di polizia. Il loro obiettivo, azzarda il giornale in base alle sue fonti, era il nuovo edificio della polizia federale a Bruxelles.

Terrorismo: raid polizia a Berlino, arrestati sospetti islamisti - La polizia della Germania ha annunciato di avere arrestato due persone in seguito a una serie di operazioni in 11 edifici collegati a estremisti islamici salafiti a Berlino. Gli arresti sono scattati al termine di indagini durate mesi su cinque cittadini turchi sospettati di essere all'opera per "preparare un serio attacco di violenza contro lo Stato in Siria", ha riferito la polizia, aggiungendo che non ci sono indicazioni che il gruppo stesse preparando attacchi in Germania. Secondo un portavoce della polizia i sospetti facevano probabilmente parte di una cellula estremista che ha reclutato combattenti da mandare in Siria. L'ufficio della procura ha poi aggiunto che le operazioni in Germania non hanno a che fare con gli attentati della scorsa settimana in Francia. "Deve essere molto chiaro che non ci sono connessioni agli attacchi di Parigi e che non ci sono indicazioni circa attacchi pianificati in Germania", ha detto il portavoce Martin Steltner.

Tags:
strage parigicharlie ebdo
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi





casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.