A- A+
Cronache
Omicidio Pastor, arriva la svolta. In manette la figlia e il genero

Svolta nel caso di omicidio di Hélène Pastor, la ricca ereditiera monegasca (77 anni) uccisa in Francia dopo un’aggressione con arma da fuoco. Una ventina di persone, tra cui la figlia e il genero della vittima, sono state fermate nel sud e nell’ovest della Francia, con l’accusa di aver partecipato all’organizzazione dell’omicidio. Helene Pastor vittima di un agguato a Nizza il 6 maggio e morta in ospedale oltre due settimane dopo.

A riferire sulla nuova piega presa dalle indagini alcune fonti vicine all’inchiesta, citate da diversi media francesi. In particolare, riporta il sito di Le Figaro, a Marsiglia sarebbero stati arrestati i presunti esecutori materiali, mentre a Nizza la stessa sorte è toccata a "uno o più mandanti". La donna, 77 anni, era stata raggiunta da diversi colpi d’arma da fuoco mentre viaggiava in macchina con il suo autista, sparati da un uomo a volto coperto che secondo i rilievi degli inquirenti imbracciava un fucile da caccia a canne mozze.

L’autista, colpito a sua volta, era morto pochi giorni dopo l’agguato, mentre Hélène Pastor era deceduta nel pomeriggio del 21 maggio. In un primo tempo la pista privilegiata sembrava essere quella della criminalità organizzata, in particolare della ‘ndrangheta calabrese, visti gli interessi in Costa Azzurra (l’ereditiera possedeva molti immobili nel Principato di Monaco). Ma il fermo del genero e della figlia rimettono tutto in discussione

Tags:
pastoromicidio
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.