A- A+
Cronache

Capienza regolamentare delle carceri: 47 mila e 615. Detenuti presenti nelle celle italiane: 64 mila e 758. Sono cifre vere, reali. Come si fa a scordarsi di fronte a una quotidiana, disumana tragedia che ha portato tra l'altro a più riprese a dure sanzioni dell'Unione Europea? Purtroppo in tanti, troppi, preferiscono chiudere gli occhi di fronte a una situazione ormai insostenibile e pensare a complotti o a favori personali.

Gennaro Migliore, braccio destro di Vendola, ha riconosciuto che il problema delle carceri esiste. "Basta con le condizioni disumane", ha protestato Migliore. Insomma, finalmente si sono svegliati anche i luminari dell'antiberlusconismo e si sono accorti che qualcosa bisogna fare. Ha fatto bene Napolitano a richiedere con forza, per l'ennesima volta, una soluzione al problema delle carceri. E forse questa volta sarà ascoltato.

Ma c'è chi invece preferisce vedere Berlusconi dappertutto. Anche qui, anche quando esseri umani sono costretti a vivere come se fossero bestiame. Non possiamo diventare tutti Travaglio, non possiamo sempre pensare che ovunque ci sia la coda diabolica del Cavaliere. Altrimenti diventiamo ciechi e la realtà, anche quella più brutta, ci sfugge da sotto gli occhi.

Tags:
carcerisovraffollamento
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.