A- A+
Cronache
"Telefonini spenti in ospedale. Così siamo arrivati al boss". Il capo dei Ros

Angelosanto: "Nel recente passato un blitz fallito per pochissimo"

L'arresto di Matteo Messina Denaro continua a far discutere, per le modalità e per il luogo dove è stato catturato, in pieno centro a Palermo a pochi chilometri dal suo rifugio. A spazzare via le voci su una "trattativa" per catturarlo ci pensa il comandante dei Ros, che svela anche retroscena inediti sull'arresto del capo della mafia. "Chi pensa a trattative segrete o addirittura a una consegna concordata - spiega Pasquale Angelosanto al Corriere della Sera - umilia gli investigatori e i magistrati che per anni hanno lavorato giorno e notte per catturare Matteo Messina Denaro. Non è un caso se il procuratore Maurizio De Lucia ha parlato di “borghesia mafiosa”. La rete che lo ha protetto è molto stretta. E non dimentichiamoci che svariate volte, in tutti questi anni, siamo stati vicinissimi alla cattura e poi siamo stati beffati o traditi".

"Venerdì scorso, il 13 gennaio, - prosegue Angelosanto al Corriere - quando il signor Andrea Bonafede ha confermato una particolare terapia presso la clinica la Maddalena abbiamo capito che era Messina Denaro. Ma la certezza io l’ho avuta soltanto quando il colonnello Arcidiacono mi ha telefonato e mi ha detto: "L’abbiamo preso, ha ammesso di essere lui. Ci eravamo insospettiti perché in determinati momenti i suoi familiari avevano comportamenti anomali. All’improvviso annullavano impegni già presi, spegnevano i telefoni, diventavano irrintracciabili e dunque abbiamo pensato che questo potesse accadere in occasione di interventi chirurgici o comunque di cure mediche particolari. A quel punto ci siamo concentrati sui database sanitari e siamo andati su obiettivi mirati. Poco prima della visita il vero Andrea Bonafede era a casa sua. A quel punto abbiamo fatto scattare l’operazione con oltre 150 uomini".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
matteo messina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

La classifica comscore

Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)


in vetrina
Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream

Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream





motori
Fiat nuova Pandina: verrà prodotta fino al 2027 a Pomigliano

Fiat nuova Pandina: verrà prodotta fino al 2027 a Pomigliano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.