A- A+
Cronache
Terremoto in Toscana, cresce la paura. Ancora scosse

La terra ha tremato durante la notte in Toscana con uno sciame sismico che ha provocato una serie di scosse di cui la piu' forte e' quella registrata alle 5.07 di magnitudo 3.5 nella zona del Chianti, in provincia di Firenze. Il sisma e' avvenuto ad una profondita' di 9,3 chilometri con epicentro nei comuni di Barberino Val d'Elsa, Greve, Impruneta, San Casciano e Tavernelle Val di Pesa. La provincia di Firenze ricorda che per motivi precauzionali, alcuni Sindaci dei Comuni hanno deciso la sospensione delle attivita' didattiche delle scuole. In particolare i Comuni interessati dal provvedimento sono: Greve in Chianti, Tavarnelle Val di Pesa, San Casciano Val di Pesa, Barberino Val d'Elsa, Bagno a Ripoli, Figline e Incisa Valdarno, Impruneta, Cerreto Guidi, Capraia e Limite e Castelfiorentino. (AGI) .

"Bassa probabilita' di grandi terremoti ma non si puo' escludere" - Quella del Chianti interessata da uno sciame sismico con varie scosse di terremoto "non e' tra le zone a maggiore pericolosita' e sismicita' dell'Italia, come la Garfagnana, il Mugello o l'aretino per rimanere in Toscana: la pericolosita' e' bassa-medio bassa e la nostra mappa ci dice che le probabilita' di grandi terremoti e scuotimenti sono inferiori rispetto ad altre zone, ma questo non vuol dire che non ci saranno". Lo ha spiegato Alessandro Amato, dirigente di ricerca dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), intervistato dall'agenzia askanews. "Siamo in un'area - ha continuato Amato - dove storicamente abbiamo notizie di terremoti anche importanti, come quello del 1895 di Firenze, che fece danni importanti a sud di Firenze e nella stessa citta' in varie certose, chiese e palazzi e che ebbe una magnitudo stimata di 5.4".

LE PRIME SCOSSE - "Da ieri assistiamo a uno sciame sismico iniziato con terremoti piccoli e poi varie repliche, alcune piu' forti stanotte di magnitudo 3.5, stamattina di 3.8 e 4.1 e altre successivamente sopra a 3. E' un fenomeno che osserviamo spesso in varie zone d'Italia. Ce ne sono parecchi ogni anno e hanno durate variabili da pochi giorni a molti mesi per cui non possiamo capire come evolvera' la situazione ne' se ci saranno terremoti anche piu' forti. Sul posto sono al lavoro delle squadre dell'Ingv per posizionare gli strumenti e studiare il tipo di faglie che si stanno muovendo, se c'e' una relazione con le faglie note", ha concluso il ricercatore.

Protezione civile, paura ma nessun danno evidente - Paura e apprensione, ma nessun danno evidente. Almeno sulla base delle segnalazioni arrivate alla Soup, la sala operativa unificata della protezione civile della Regione, quartier generale con sede a Novoli a Firenze. Nessun danno dunque: al massimo, in alcune abitazioni piu' vicine all'epicentro si sono staccati piccoli lembi di intonaco. Lo sciame sismico che da ieri notte ha interessato le campagne tra San Casciano in Val di Pesa e Greve in Chianti, con epicentro nella zone di Campoli, e' stato avvertito distintamente anche a Firenze, dove per due volte stamani sono stati evacuati gli uffici della Regione a Novoli e in centro. Segnalazioni pure da Livorno, Pisa, Prato e Pistoia. Magari ai piani piu' alti. La zona non e' comunque nuova, storicamente, a sciami di questo tipo, fanno sapere e rassicurano dalle stanze della Protezione civile.

A scorrere negli archivi, anche se la localizzazione degli epicentri allora era meno precisa, se ne trovano segnalati nel 1700, 1812, 1895 e il piu' recente nel 1972. Da ieri, la piu' forte e' stata alle 11.36 di magnitudo 4.1, seguita alle 12.36 da un 3.3. Epicentro tra 7.1 e 8.7 chilometri di profondita'. Nella notte, alle 1.06, un'altra scossa aveva fatto segnare 3.5, 3.8 alle 10.39, 3.0 alle 11.33 e 3.2 alle 13.09, l'ultima delle piu' forti. Almeno una decina complessivamente hanno superato i 2.5. In molte scuole del senese e della provincia di Firenze i ragazzi sono stati fatti uscire dalle scuole. A Tavernelle, Barberino Val d'Elsa, Impruneta, San Casciano in Val di pesa, Greve in Chianti e Certaldo, i comuni piu' prossimi all'epicentro, ma anche a Montelupo fiorentino, Montespertoli, Vinci, Capraia e Limite, Bagno a Ripoli e Figline Incisa le scuole sono state proprio chiuse con ordinanza del sindaco e gli studenti fatti andare a casa. A San Giovanni Val d'Arno, nell'aretino, sono stati chiusi gli uffici pubblici. A Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa, Barberino Val d'Elsa e Impruneta e' stato aperto anche il Coc, il centro operativo comunale che si insedia in situazioni di crisi. La situazione e' in aggiornamento e lo sciame sismico sta proseguendo: impossibile, secondo gli esperti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, prevederne la durata.

Tags:
terremoto
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.