A- A+
Cronache


Trema ancora la terra tra le provincie di Massa e Lucca. La scossa di magnitudo 3.6 della scala Richter è stata registrata 19 minuti dopo la mezzanotte, come indica il rilevamento dell'Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia. Non si registrano danni a cose o persone. Il sisma, localizzato nella zona delle Alpi Apuane, a circa 20 chilometri da Carrara, è stato avvertito chiaramente dalla popolazione che è scesa in strada per la paura. Le località più vicine all'epicentro sono Casola in Lunigiana, Giuncugnano e Minucciano. Rispetto ai terremoti precedenti è stato più lungo ed è durato alcuni secondi. La scossa, abbastanza superficiale, localizzata a una profondità di 6,5 chilometri, si è sentita anche in Liguria. Secondo il Comando provinciale dei Vigili del fuoco è caduto un cornicione di fianco al Duomo di Carrara, senza colpire nessuno. Da qualche tempo nella zona si verificano scosse di media entità. La più forte di magnitudo 4.4 è stata avvertita il 30 giugno. Le successive sono state più basse: di magnitudo 3.4 il 12 luglio e 2.8 il 25 luglio.

Tags:
terremoto
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.