A- A+
Cronache

 

images


E' Antonio Incandela, 33 anni, della frazione di Fulgatore (Trapani), l'uomo arrestato dai carabinieri perchè accusato di essere l'assassino del parroco della frazione trapanese di Ummari, don Michele Di Stefano di 79 anni, originario di Calatafimi, ucciso nella notte tra il 25 e il 26 febbraio, mentre dormiva nell'appartamento vicino alla chiesa Gesù, Maria e Giuseppe.

Secondo quanto riferito dall'arrestato, sarebbe rimasto irritato da alcune severe omelie del sacerdote. Padre Di Stefano fu parroco della frazione di Fulgatore per 41 anni prima di essere trasferito a Ummari.

L'uomo ha confessato al termine di un lungo interrogatorio condotto dai carabinieri, dal procuratore di Trapani Marcello Viola e dal sostituto Massimo Palmeri. Ha indicato come movente quello di un rancore che ha radici antiche, in quanto il parroco era suo professore di religione ai tempi delle scuole medie. Ha così agito per dare una lezione al parroco che in una omelia ha fatto riferimento a delle "mele marce" che avevano l'abitudine di appiccare il fuoco. Avendo dei precedenti per incendio, ha creduto si riferisse a lui. Ha anche dichiarato che dopo il delitto ha simulato una rapina portando con sé alcuni euro, il portafoglio della vittima che teneva nella sua auto, con il bancomat. A tradirlo sono stati proprio i prelievi che ha effettuato con la carta. L'uomo è stato ripreso dalle telecamere del sistema di videosorveglianza delle banche dove ha effettuato i prelievi: il primo, di 250 euro, nella notte dell'omicidio a distanza di un paio di ore.

Tags:
omelietrapaniparroco
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.