A- A+
Cronache
Trasfusione sbagliata per uno scambio di sacche di sangue: 4 indagati

Quattro persone sono state iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Bologna nell'ambito dell'inchiesta sulla trasfusione sbagliata, effettuata a fine settembre all'ospedale Maggiore.

Si tratta, secondo quanto riportato dalla stampa locale, dei medici e del personale tecnico sanitario che scambiarono due sacche di sangue tra due pazienti, un 45enne e un 72enne, con lo stesso cognome, ma con un nome di battesimo diverso.

A farne le spese il paziente più giovane al quale, durante un'operazione chirurgica, è stata trasfusa una sacca, prima che i medici si rendessero conto dello scambio. L'uomo, che è sopravvissuto, ha sporto denuncia.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
trasfusionesacche di sangueindagatibologna
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





casa, immobiliare
motori
Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.