A- A+
Cronache

 

Napoleone Bonaparte intNapoleone Bonaparte

Un giro d'oro con due gemme a forma di goccia: uno zaffiro e un diamante. È' l'anello di fidanzamento che Napoleone Bonaparte donò a Josephine de Beauharnais, sua futura moglie e imperatrice di Francia. Ora lo potrà indossare un'altra fortunata. Il prezioso è stato infatti venduto all'asta per oltre un milione di euro. La vendita è stata organizzata dalla casa Osenat di Parigi ed è stato venduto a Fointanebleu.
 

"All'epoca Bonaparte non era molto ricco. L'anello, infatti è molto semplice" ha detto Jean-Christophe Chataignier, direttore del dipartimento di oggetti storici preziosi della casa d'aste Osenat. I due si sposarono il 9 marzo 1796, ma divorziarono nel 1809, pare perché lei non potesse avere figli

Tags:
astavenditanapoleoneanello
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.