A- A+
Cronache
Vicenda Cappella Sistina: entra anche Monsignor Ravasi
Advertisement

Gianfranco Ravasi, cardinale e persona di grande influenza, entra in scena, anche se non direttamente coinvolto nella indagine, a proposito del nuovo scandalo che ha colpito la Chiesa Cattolica, e cioè quello del Coro della Cappella Sistina.

Ne avevamo già parlato qui: http://www.affaritaliani.it/cronache/papa-francesco-autorizza-indagine-sul-coro-sistino-559919.html

Ma ora c’è una importante novità.

Si apprende infatti che l’indagine ha avuto inizio da una festa che si è svolta nel maggio scorso a New York, a cui il maestro del coro della Cappella Sistina, Massimo Palombella, ora sotto inchiesta, aveva partecipato al Metropolitan Museum. In questa festa si sono scattati molti selfie, tra cui uno in cui il mastro cantore vaticano compare in compagnia della cantante americana Rihanna.

Poiché partecipava anche il coro di voci bianche, i cosiddetti “pueri”, i genitori hanno protestato con la Segreteria di Stato del Vaticano e con monsignor Georg Gänswein, prefetto della casa pontificia, perché la festa non è loro apparsa appropriata per dei bambini.

Però non è solo la festa ad essere messa sotto accusa. Lo è anche il comportamento del maestro di cappella nei confronti dei ragazzini stessi. Si parla di maltrattamenti, e qui interviene il nunzio apostolico Mario Giordana, che in una prima relazione riporta anche di abusi.

La cosa clamorosa però è che la festa newyorchese discinta e molto mondana che aveva sconvolto i genitori dei piccoli è stata presentata ufficialmente da monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura. Ravasi non si limitò all’autorizzazione, ma ne lodò la mondanità. Scrisse infatti -come riporta il Corriere della Sera: “Parafrasando un filosofo materialista dell’800 che diceva ‘L’uomo è ciò che mangia’, io dico che l’uomo è ciò che veste. Già dalla Bibbia si capisce che Dio è il più grande sarto; capitolo terzo versetto 20, Dio fece all’uomo e alla donna tuniche di pelli e li vestì”. Se questo è vero, Ravasi avrebbe allora fatto bene a vigilare sui vestiti presenti alla festa per non destare sconvenienza, oltre che citare il solito dotto brano, questa volta in versione sartoriale.

Insomma Ravasi ha avallato, e supportato, una festa sfarzosa, piena di abiti succinti e comunque non adatta alla presenza dei piccoli cantori.

Un vero passo falso per il sussiegoso cardinale e per Papa Francesco che ogni giorno c’ha qualche nuova gatta da pelare e non sa più che pesci prendere.

Certamente però, se gli “scandali” evangelici devono avvenire, il Papa non si aspettava questa continua sequela di problemi che sta degradando a vista d’occhio l’immagine della Chiesa.

 

 

Commenti
    Tags:
    cappella sistinagianfranco ravasipapa francescomassimo palombellavaticanogeorg gänswein
    Loading...
    in evidenza
    PAGO-SERENA, RIVELAZIONI Doppia nomination. E soprese..

    Grande Fratello Vip 4 news

    PAGO-SERENA, RIVELAZIONI
    Doppia nomination. E soprese..

    i più visti
    in vetrina
    ANTONELLA MOSETTI NUDA NELLA VASCA: SPETTACOLARE! Le foto Vip

    ANTONELLA MOSETTI NUDA NELLA VASCA: SPETTACOLARE! Le foto Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    GLA, il baby suv Mercedes, lancia cinque modelli esclusivi per l’Italia

    GLA, il baby suv Mercedes, lancia cinque modelli esclusivi per l’Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.