A- A+
Cronache
Bossetti smentito dai colleghi: "Dal cantiere non sparì nulla"
Da Facebook

Sono già stati riascoltati i due colleghi citati da Massimo Giuseppe Bossetti durante l’interrogatorio di martedì di fronte al pubblico ministero Letizia Ruggeri. "Loro potrebbero sapere qualcosa", aveva detto l’uomo accusato di aver ucciso Yara Gambirasio, riferendosi a due artigiani, come lui, che tuttora lavorano in proprio di cantiere in cantiere.In breve tempo i due colleghi sono stati riascoltati, ma non sembra che abbiano rivelato particolari sconvolgenti agli inquirenti, come racconta il Corriere della Sera. Entrambi gli artigiani  hanno confermato che l’indagato perdeva spesso sangue dal naso, è successo in più occasioni, anche durante il lavoro.

Nessuno dei due, però, ha messo in luce altri episodi che avrebbero potuto essere interessanti alla luce delle ipotesi di Bossetti: "Il mio sangue potrebbe essere finito su alcuni attrezzi poi utilizzato da qualcuno che ha ucciso Yara", aveva detto il muratore bergamasco. Nessuno ha ricordato intrusioni in cantiere, particolari furti di materiale, o la scomparsa di attrezzi. La ricostruzione offerta dal carpentiere di Mapello sembra quindi vacillare, ma le verifiche degli inquirenti non si fermano comunque: le indagini proseguono, si cercano riscontri anche sull’attendibilità delle persone sentite.

Tags:
yarabossetticolleghismentito
in evidenza
Il direttore Perrino su Isoradio Affari commenta le elezioni 2022

Ospite de "Il sorpasso" di Monica Setta

Il direttore Perrino su Isoradio
Affari commenta le elezioni 2022


in vetrina
SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain

SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain





motori
Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.