A- A+
Cronache
La madre di Bossetti: se è stato lui paghi, ma non è nato da una storia clandestina

"Poteva succedere a un nostro conoscente, invece è successo a noi. Se è stato lui, deve pagare". Lo avrebbe detto Ester Arzuffi, mamma di Massimo Giuseppe Bossetti, rivolta ad una vicina, secondo quanto si è ascoltato al citofono di casa che era aperto, nella palazzina di Terno d’Isola, paesino della bergamasca dove vive col marito.

La signora, 67 anni, non crede fino in fondo al test del Dna e difende il suo matrimonio. Nega di aver avuto una relazione con l'autista Giuseppe Guerinoni e che poi ha dato alla luce due gemelli. E che quindi suo figlio, ora accusato di omicidio, sia il tanto urlato mostro.

Disperata Marita Comi, moglie di Bossetti, precipitata nell’incubo insieme ai suoi figli. Una telefonata le ha annunciato che il marito era appena stato portato in caserma dai carabinieri con la più atroce delle accuse: quella di essere l’assassino di Yara Gambirasio.E' stata vista sul terrazzo mentre scoppiava a piangere da alcuni passanti. "Non ci posso credere, non può essere stato lui, avranno sbagliato" è la frase che recitano tutti i residenti della piccola frazione".

 

Tags:
yaramadreindagatobossetti
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.