A- A+
Cronache

Continuano le indagini sul caso Yara. Il giallo potrebbe persino essere arrivato a una svolta dopo che gli investigatori hanno ascoltato tutte le intercettazioni delle conversazioni di Fikri, il manovale marocchino.

La convinzione che l'omicidio sia avvenuto in presenza dell'uomo è sempre più avvalorata. Il 3 dicembre 2010, una settimana dopo la scomparsa della tredicenne di Brembate di Sopra, Fikri telefonò alla sua fidanzata, Fahita, che a un certo punto della conversazione chiese: "Ma il posto dove l'hanno uccisa è vicino al posto dove lavoravi o un po' più lontano?".

La risposta del muratore è quella che potrebbe inchiodarlo: "È vicino. È vicino al cancello". In quella data ancora nessuna sapeva nulla di Yara e quindi è possibile credere che Fikiri sapesse. Nella stessa giornata registrata anche un'altra telefonata sospetta di Fikri con la fidanzata. L'uomo scoppia a piangere e lei risponde: "Oggi le tue parole non mi sono piaciute proprio, soprattutto quando mi hai chiesto di perdonarti. Mi sono detta: perché devo perdonarti...".

Tags:
yarafikriintercettazioni
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.