A- A+
Cronache

Forse c'è ancora una flebile speranza per capire chi sia l'assassino di Yara Gambirasio, la tredicenne uccisa a Brembate di sopra quasi tre anni fa ( il 26 febbraio del 2011 fu ritrovato il suo cadavere). Per risalire al killer infatti potrebbero risultare decisive le ultime 500 provette contenenti tranche residui di dna, su un totale di ben 18 mila campioni prelevati nel corso di tre anni di indagine.

Gli ultimi 500 campioni genetici sono sotto la lente dei Ris di Parma: nelle prossime settimane anche quest’ultimo pacchetto sarà smaltito dai laboratori e il responso finirà sul tavolo del sostituto procuratore Letizia Ruggeri, che coordina l’inchiesta.

Le possibilità che fra questi 500 si nasconda il dna corrispondente a quello dell’assassino (già ribattezzato “ignoto 1” e isolato a partire da tracce biologiche trovate sugli indumenti della vittima) sono piuttosto basse. Questi ultimi profili biologici da comparare non appartengono infatti a persone a cui gli inquirenti sono giunti raccogliendo indizi interessanti o formulando sospetti.

Tags:
yaraprovettednakiller
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.