A- A+
Cronache

 

Il Dna non ha portato risultati, e allora gli investigatori che seguono il caso di Yara Gambirasio sono tornati ai metodi tradizionali. Nei giorni scorsi hanno convocato 80 anziani in caserma, come racconta la Stampa, per conoscere dettagli della vita di Giuseppe Guarinoni. L’autista di autobus morto nel 1999 a 61 anni e che gli inquirenti ritengono sia il padre del misterioso assassino.

 

Negli ultimi cinque giorni gli anziani del paese sono stati convocati nella speranza che qualcuno di loro ricordi una confidenza, un dettaglio, un pettegolezzo sulla vita di Guarinoni: "ignoto uno", come viene chiamato dagli inquirenti che stanno conducendo lo screening di massa.

A lui magistrati e carabinieri sono arrivati confrontando la traccia biologica lasciata su leggings e slip della ragazzina uccisa con quella dei vari campioni raccolti, restringendo il cerchio a due fratelli con un Dna simile e infine al loro padre, ovvero l’autista di bus che, secondo un suo vecchio amico ormai 76enne, un giorno avrebbe confidato di avere avuto un figlio illegittimo da una ragazza di San Lorenzo di Rovetta.

 

Tags:
yaraomicidiobrembate
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.