A- A+
Culture
Arte, Canova da record a Londra: scultura venduta per 5,3 milioni sterline
Antonio Canova, il Busto della Pace - Foto Sotheby's

Riapparso in pubblico dopo 200 anni di assenza, il "Busto della Pace" di Antonio Canova è stato venduto all'asta ieri sera da Sotheby's a Londra per 5,3 milioni di sterline, superando di poco il "Busto di Murat", aggiudicato nel novembre 2017 per 4.3 milioni euro. Si tratta del nuovo record mondiale per una scultura del maestro del neoclassicismo.

Il "Busto della Pace" è una testa femminile, ideata in segno di ringraziamento per il suo primo mecenate britannico e amico John Campbell, barone di Cawdorn, che sostenne Canova nella campagna per il rimpatrio dell'arte italiana saccheggiata dagli eserciti napoleonici condotta per conto di papa Pio VII. 

La scultura ha alle sue spalle una storia fatta di viaggi e passaggi attraverso cinque generazioni di eredi di Lord Cawdorn, accompagnata dalla perdita di paternità che, nel 1962, la portò ad esser venduta come opera non attribuita. Solo recentemente il proprietario, a seguito di innumerevoli ricerche, è riuscito a risalire a Canova. Oltre ad appartenere alla famosa serie delle Teste ideali, rappresenta la massima espressione di bellezza, talento e raffinatezza del Canova. 

Tags:
canova scultura astascultura canova astaasta canova record
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.