A- A+
Culture

Sedici anni, 5.9 milioni di followers su Instagram e un cognome importante. Brooklyn Beckham, figlio di Victoria e David, è stato appena ingaggiato come fotografo dalla maison Burberry per realizzare la campagna delle fragranze Brit di Burberry.

Immediata la polemica, divampata soprattutto su Twitter, dove si prende di mira il 'ragazzino' che sarebbe stato scelto non certo per le sue doti ma solo per il suo cognome in grado di far parlare a prescindere.

E in effetti il risultato è stato probabilmente proprio quello sperato dalla maison inglese. Dopo che il giovane Beckham ha postato sul proprio account Instagram alcuni scatti dello shooting, sui social non si è fatto altro che parlare di lui.

Tags:
burberrybrooklyn beckhamvictoria beckhamdavid beckhamburberry britinstagram
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.