A- A+
Culture
Cerreto, la città della ceramica tradizionale si mette in mostra

Alle porte del Parco del Matese, caratterizzata dall’originale impianto urbanistico rinascimentale a maglia ortogonale che ricorda il centro storico di Torino e con un centro abitato ricco di testimonianze architettoniche di rilevante interesse, Cerreto Sannita coglie l’occasione di Buongiorno Ceramica, la tre giorni nazionale di argilla, arte e artigianato che si tiene dal 2 al 4 giugno, per proporsi al grande pubblico ed attirare nuovo turismo. Città di fondazione e della ceramica artistica tradizionale, la cittadina beneventana ha in programma una serie di appuntamenti per attirare visitatori ai ritmi lenti di una volta amanti dell’arte e della cultura. La città ha infatti origini antiche. Poco lontano dal centro abitato sono stati rinvenuti un insediamento di origine preistorica con reperti risalenti al paleolitico medio e il villaggio sannita-romano di Cominium dove ancora oggi è possibile ammirare i resti di un poderoso tempio.

ceramica cerreto (1)
 

A dare il via al programma di promozione è Buongiorno Ceramica, l’evento promosso dal comune in collaborazione con l’Associazione di promozione del territorio (Aptc) ed altre associazioni culturali e turistiche locali che vedrà le aperture straordinarie di forni e fornaci, atelier e botteghe ceramiche che faranno da sfondo alle eccellenze artigiane ed artistiche del fatto a mano e dove i visitatori saranno coinvolti nel vivo delle attività con laboratori in piazza, lezioni di tornio e decorazione con maestri ed artisti locali. Città della ceramica artistica tradizionale, Cerreto ha preziosi manufatti da mettere in mostra. I più pregiati sono custoditi nel locale museo civico, dalle edicole appartenute in gran parte dalle famiglie nobiliari Carafa e Mazzacane, come gli albarelli dal tipico colore en camaieu blu usati in farmacia per contenere sciroppi ed infusi ai corredi patrizi del Settecento appartenuti ai Carafa con disegni a frutti, fiori e piccoli insetti ispirati dalla iconografia barocca napoletana. dai corredi del mondo rurale usati per conservare olio e vino a quelli raffiguranti la devozione domestica, come l’Anfora di San Lorenzo, il calamaio Rosati del primo ‘700.

“Con questo evento e con gli altri che seguiranno nei prossimi mesi fino a dicembre, puntiamo a valorizzare e promuovere il territorio cerretano che ha una buona ricettività alberghiera ”, afferma Gianfranco Ruggiero, presidente dell’Aptc. “Cerreto fa parte dell’associazione Borghi d’Italia, si fregia della bandiera arancione del Touring, è Città dell’Olio ed è sulla via Francigena e delle cattedrali (quella di Santa Sofia a Benevento è sotto tutela dell’Unesco). Ed ancora, è nota sia per le sue eccellenze agroalimentari, come il caratteristico fungo Virno che cresce ad una quota di mille metri, dal sapore e odore di farina fresca, sia per la carne bovina marchigiana. Sotto l’aspetto storico è nota per essere stata attraversata da Annibale con i suoi elefanti al tempo della seconda guerra punica. Fu qui infatti che il condottiero cartaginese fece costruire il ponte sul Titerno interamente con pietra locale.

Eduardo Cagnazzi

Tags:
cerreto ceramica mostramostra ceramica cerreto
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.