A- A+
Culture
Fotografia/ Il lavoro e il paesaggio dell'Emilia Romagna in 200 scatti
Lewis Baltz - End to End, 2000 (still da video #1)

di Simonetta M. Rodinò

Le sfere dello sviluppo economico, paesaggistico e sociale, che negli ultimi decenni hanno interessato l'Emilia Romagna, sono indagate negli scatti di fotografi italiani e stranieri messi a confronto nella rassegna "Ceramica, latte, macchine e logistica - Fotografie dell'Emilia-Romagna al lavoro", al MAST -Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia di Bologna.

L'esposizione, curata da Urs Stahel, si snoda per coppie d'immagini contrapposte, "cui è affidato il compito di raccontare - spiega - come le vecchie industrie scompaiano, sostituite da nuovi impianti e sistemi produttivi ad altissimo contenuto tecnologico, come al paesaggio tradizionale e a un territorio dal sapore antico si contrappongano le nuove aree del terziario avanzato, dei commerci, della tecnica, dell'accelerazione e come simili fenomeni siano riscontrabili, non solo nei settori dell'industria meccanica e della ceramica, ma anche in quelli della produzione alimentare e della piccola impresa."
Aprono il percorso due foto di Carlo Valsecchi: dalla Torre degli Asinelli ha ripreso l'arteria principale della città, di giorno e di notte.  Ecco poi gli scatti di un passato industriale con le macchine confezionatrici dismesse fotografate da Gabriele Basilico, contrapposte a foto di scena tratte da "Deserto Rosso" - la pellicola girata dal Michelangelo Antonioni nel 1964 e la cui protagonista, interpretata da Monica Vitti, è insofferente della vita che conduce e incapace di superare i limiti di un'esistenza inutile - Questo film chiuderà la mostra.
Delle 200 immagini, ovviamente non tutte le foto trasmettono emozioni, interessanti quelle di Paola De Pietri dedicate alla produzione della ceramica e che rievocano procedimenti alchemici; i meravigliosi paesaggi silenziosi e onirici di Guido Guidi, piccole foto a colori dense di significato, sono disseminati lungo il percorso per narrare i cambiamenti avvenuti.  
Il mutamento dato dall'accelerazione sulle strade e nelle nuove linee ferroviarie è visibile nelle fotografie sulla costruzione della TAV - la linea ferroviaria ad alta velocità che collega Torino a Napoli - affrontata con modalità diverse da Tim Davis, John Gossage, Walter Niedermayr e Bas Princen. Fanno da contraltare le immagini idilliache del Delta del Po realizzate da Marco Zanta. 
La rassegna si conclude al livello 0 del MAST dove è presentato il documentario "Le radici dei sogni - L'Emilia-Romagna tra cinema e paesaggio" (73 min.), girato nel 2015 da Francesca Zerbetto e Dario Zanasi. Vi sono raccontati i luoghi dove registi italiani e non hanno ambientato i loro film.
"Ceramica, latte, macchine e logistica - Fotografie dell'Emilia-Romagna al lavoro"
Fondazione MAST - Via Speranza 42 - Bologna
4 maggio - 11 settembre 2016
Orari: martedì - domenica 10 -19
Infoline: 051/6474345
staff@fondazionemast.org
Ingresso libero

 

Tags:
fotografia emilia romagna
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.