A- A+
Culture
Grammy Awards 2018 anti-molestie: star con la rosa bianca a sostegno di #Metoo
Bruno Mars "re" dei Grammy Awards 2018

Come e' ormai consuetudine in questa stagione dei premi carica di significati sociali e politici, anche la 60ma edizione dei Grammy, i premi della musica, e' stata caratterizzata dai tanti discorsi e momenti dedicati ai movimenti #Metoo e Time's up. Quasi tutte le star presenti alla serata hanno indossato una rosa bianca, adottata come simbolo della lotta delle donne contro gli abusi. Elton John ha cantato Tiny Dancer (insieme a Miley Cyrus) con una rosa bianca sul pianoforte e la pop star Kesha ha portato alle lacrime gli ospiti con una performance carica di emozioni. La cantante si e' esibita in "Praying" insieme ad un gruppo di colleghe, Cyndi Lauper, Andra Day, Camila Cabello, che alla fine della canzone si sono abbracciate commosse. Anche il conduttore della serata James Corden era visibilmente emozionato al termine della canzone. Kesha e' stata particolarmente esplicita nel parlare della recente battaglia femminile contro gli abusi sessuali. D'altronde la battaglia legale contro il produttore Dr. Luke, dalla cantante accusato di violenza sessuale e molestie, e' diventata oggetto di titoli nazionali e molti musicisti, come ad esempio Taylor Swift, si sono offerti di aiutarla e di pagare le spese legali che deve affrontare per portare avanti la sua lotta. Praying, uscita a giugno ha segnato una svolta nella musica di Kesha. I suoi toni cubi e emotivi sono stati attribuiti alla battaglia che sta portando avanti. La cubana Camila Cabello ha invece parlato dei dreamers, i giovani immigrati illegali, arrivati in America da bambini che ora stanno combattendo la loro lotta per la ottenere la naturalizzazione. Grammy fortemente politicizzati dunque, anche se pochi accenni sono stati fatti al Presidente Trump. A sorpresa pero' e' apparsa Hillary Clinton in uno sketch preregistrato che mostrava le immagini di un'audizione per un audiolibro, possibile candidato ad essere il vincitore del Grammy il prossimo anno. La Clinton ha letto un passaggio di Fire & Fury, il libro di Michael Wolff che racconta con spirito critico il primo anno alla Casa Bianca del 45mo presidente. Prima nascosta dal libro e poi a poco a poco scoprendo il viso, la Clinton ha letto un passaggio che descrive le particolari abitudini alimentari di Trump. "Da lungo tempo vive nella paura di essere avvelenato e questa e' una delle ragioni per cui ama mangiare da McDonald's. Nessuno sa che sta arrivando e il cibo e' preconfezionato tempo prima e quindi sicuro", ha letto la Clinton.

 


Grammy Awards 2018, il "re" è Bruno Mars



Bruno Mars e' il vincitore di questi Grammy Awards 2018: album dell'anno e record dell'anno, per "24 K Magic", canzone dell'anno per "That's what I like" e tutti gli altri grammofonini per cui era candidato: sette, compresi Best R&B Performance e Best R&B Song. Il cantante hawaiano, alzando al cielo l'ultimo dei Grammys vinti, ha raccontato di quando a 15 anni intratteneva i turisti: "Con questo album ho voluto ripercorrere quelle atmosfere allegre e spensierate".

 

Tags:
grammy awardsgrammy awards vincitorigrammy bruno marsbruno mars grammy awards
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.