A- A+
Culture
Intervista a Flavia Perina sul suo libro d’esordio "Le lupe"

«La vendetta. È un’idea che ferma all’improvviso le lacrime perché una donna di mezza età, una donna che ha una famiglia, una casa di proprietà, una macchina, la tessera del supermercato nel portafoglio e le rate del mutuo da pagare, non può immaginarsi all’angolo di una strada buia mentre aspetta che rientri il vigliacco che ha ammazzato suo figlio.»

Le Lupe è il romanzo d’esordio di Flavia Perina, giornalista, già direttrice de Il Secolo d’Italia e parlamentare. La trama riguarda la vita di una donna borghese di Roma Nord, Flaminia, una donna di destra, che negli anni ’70 è stata tentata dall’ avventura della illegalità e che poi si sposa e apparentemente si “sistema” fino a quando un poliziotto fatto di cocaina, il “Mascio” le uccide il figlio Carlo scambiandolo per un ultrà calcistico ed allora l’antica rabbia si rifà viva e la induce a un progetto di vendetta insieme ad un’amica terrorista dei tempi andati.


D: Flaubert ha detto “Madame Bovary” sono io. Tu sei Flaminia?

R: Flaminia non sono io, è un personaggio inventato. Flaminia è solo una donna che vuole reagire all’ingiustizia, non è un modello, non è un’eroina. Flaminia è una donna adulta vittima di una bruciante ingiustizia che la riporta ai tempi in cui era ragazza.

D: Chi è il “Mascio”?

R: È un personaggio ordinario, non è un mostro ma un uomo banale come tanti che ha compiuto un atto orribile ma non lo percepisce nemmeno come tale perché è privo di ogni senso etico. Due minuti dopo è già su Fb a postare foto di cibo e commenti sul calcio.

D: La tua provenienza da destra ha orientato la stesura di questo romanzo?

R: Non mi definirei più “di destra” da molto tempo. Il mio racconto non è un racconto “di destra” né “di sinistra”. Semmai una storia legata alle esperienze, antiche e recenti, della mia generazione, segnate da antiche giustizie e da storie contemporanee che vanno al di là della politica come quella di Gabriele Sandri, Stefano Cucchi, Federico Aldovandri.

D: Ma il mondo della destra attuale non è mai sembrato molto sensibile a queste storie…

R: Ha fatto male. L’ingiustizia, se commessa dallo Stato o da chi lo rappresenta, è una ferita profonda che va molto al di là dei danni immediati e personali che provoca su singole persone.

D: Venendo alla cronaca, che ne pensi del caso Cucchi?

R: Stiamo ancora aspettando la verità. È una orribile storia di depistaggi e malagiustizia.

D: In definitiva chi è Flaminia?

R: Flaminia è una donna che credeva di aver fatto un patto, come lei stessa dice nel libro: segui il canone, le regole, e sarai al sicuro. Scopre all’improvviso che è stata imbrogliata, che quel patto era un inganno, ed è anche di questo che vuole vendicarsi.

Giuseppe Vatinno

Tags:
flavia perina intervista
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.