A- A+
Culture
James Ivory, l’omaggio di Firenze al regista del film “Camera con vista”

di Andrea Cianferoni

Omaggio a James Ivory e ai trent’anni del film “Camera con vista”, girato per metà a Firenze, con un cast già all’epoca stellare. Nella pellicola del regista inglese, ma nato a Berkley in California nel 1928, e che quindi compirà tra pochi mesi Novant’anni, figurano Helena Bonhan Carter, Daniel Day Lewis, Maggie Smith, e l’allora giovanissimo ed affascinante Julian Sands, che sarà anch’esso presente alle celebrazioni fiorentine che si svolgeranno questa settimana. Per questa importante ricorrenza, voluta in prima persona dal sindaco Dario Nardella, che a Ivory consegnerà il Fiorino d’Oro, la città di Firenze si prepara ad accogliere il regista con la proiezione, il 5 ottobre, della copia restaurata al cinema Odeon di Piazza Strozzi. Inoltre sono previsti incontri incontri stampa, una rassegna di tutti i film di Ivory al Teatro della Compagnia di via Cavour, dal 6 all’8 ottobre, un «Tea with a view» al British Institute e una cena di gala alla New York University. Il film, trasposizione del romanzo “A Room with a View” di Edward Morgan Forster, venne proiettato per la prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia il 6 settembre del 1986, vero trampolino di lancio che consentì la visione al grande pubblico e la successiva vittoria di ben tre premi Oscar (migliore sceneggiatura non originale, migliore scenografia e migliori costumi). James Ivory racconta nel film la casta, ma allo stesso tempo scandalosa, storia d’amore di inizio Novecento tra la giovane turista inglese Lucy (Helena Bonham Carter), accompagnata nel suo soggiorno fiorentino dalla bigotta cugina (Maggie Smith), ed il vicino di camera in albergo George Emerson (Julian Sands). Superata la diffidenza iniziale della cugina, Emerson diventerà l’accompagnatore quasi ufficiali delle due signore, facendo breccia nel cuore della giovane Lucy che invece è già promessa sposa del gentiluomo, molto perbene e pacato, Cecil Vyse, interpretato da un giovanissimo Daniel Day Lewis. Nel corso del film fanno capolino altri attori destinati a diventare dei veri mostri sacri della cinematografia anglosassone, come ad esempio Judi Dench, reduce dal recente successo veneziano con il film sull’amicizia tra la Regina Vittoria e l’indiano Abdul, che fa la spalla in alcune sequenze. A fare da sfondo alla storia, l’affascinante vista mozzafiato che si gode dalla camera della pensione Quisisana. Qui la giovane Lucy e la cugina guardano un vicolo dalla finestra, lamentandosi appunto dell'assenza di un panorama degno di una prima visita a Firenze. Quel vicolo da cui si affacciano fu purtroppo, nel 1993, squarciato dalla bomba mafiosa di via dei Georgofili e la pensione Quisisana, gestita all'epoca dalla famiglia Marasco, venne distrutta. Oggi, la pensione si chiama Hotel degli Orafi, un’albergo di lusso, e ha una stanza che sia chiama proprio 'Room with a view'. A parte queste poche inquadrature, e le scene in esterno, gran parte del film non è stato girato in centro a Firenze ma in una villa di Maiano, sotto le pendici di Fiesole, nella proprietà della contessa Lucrezia Corsini Miari Fulcis. La villa appartenne dal 1850 al 1917 a Sir John Temple Leader, ricco commerciante britannico che all'originale struttura medicea diede un tocco gotico e coloniale. Anche per questa ragione la villa era perfetta per girare alcune scene di interni del film. E proprio per girare l’ultima scena del film, che ritrae i protagonisti abbracciati con sullo sfondo il panorama di Firenze, fu staccata una finestra della villa di Maiano, posizionata sulla terrazza di un palazzo dell’ Oltrarno e capannata con dei teli neri. Questa ultima scena del film ha fatto da locandina del film premiato con ben tre premi Oscar.

IL PROGRAMMA


Giovedì 5 ottobre

 

ore 15, Palazzo Vecchio

Consegna del Fiorino d’oro a James Ivory

ore 20.30, Cinema Odeon

Proiezione del film “camera con vista” presenza  del regista e del cast del film.

Sabato 7 ottobre

ore 17.00 , Harold Acton Library – The British Institute of Florence

il British Institute ospita Ivory per un “Tea with a view”

Da venerdì 6 a domenica 8 ottobre – Cinema La compagnia

venerdì 6  ottobre

16.30 | Mr & Mrs Bridge – USA, 1990, 126′

19.00 | Casa Howard – UK/Japan, 1992, 140′ – V. restaurata in 4k 
Alla presenza del regista James Ivory e dell’attrice Helena Bonham Carter

21.30 | Calore e polvere – UK, 1982, 130′ – V. restaurata in 4k

sabato 7 ottobre

16.30 | The golden bowl – USA, 2000, 126′

19.00 | Maurice – UK, 1987, 140

21.30 | Quel che resta del giorno, USA, 1993, 134’

domenica 8 ottobre

16.30 | La contessa bianca – USA/UK, 2006, 135’

19.00  | Quella sera dorata – UK, 2009, 118’

21.30 | Camera con vista – UK, 1986, 115′

ingresso: 5€ intero / 4€ ridotto

giornaliero 10€ / abbonamento 25€

Tags:
james ivorycamera con vista
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion

Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.