A- A+
Culture
Milano, riapre i battenti la storica libreria Centofiori

Milano, 1975. Nasce una libreria specializzata in psicologia, la prima in città. Poi con il tempo si fa conoscere dal quartiere e amplia la sua offerta. Inizia così la storia della Centofiori, insegna indipendente che negli anni è diventata non solo una delle librerie più note di Milano, ma anche un punto di riferimento per tutta l’editoria italiana.

La sua chiusura ha privato la città di un presidio culturale. Restituire alla comunità un luogo di valore gestito da professionalità forti e preparate è la sfida che hanno raccolto i nuovi soci. 

Vogliamo offrire alla città una libreria “artigianale”, fatta dai libri, dalla nostra competenza e da una grande passione. 

Come soci condividiamo un progetto di libreria indipendente e una visione comune di questa professione, che si sposa perfettamente con quello che ha caratterizzato negli anni il percorso della Centofiori.

Promuovere la lettura con sapienza, cura, conoscenza del mondo editoriale, con una ricerca attenta per i piccoli editori di qualità senza mai perdere, però, una lucida visione sul mondo del mercato librario, per una completa condivisione con la comunità della proposta culturale. E’ questo l’obiettivo della nuova Centofiori.

Hanno rilevato la gestione della Libreria Centofiori Vittorio Graziani, ex responsabile della libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte, Ada Carpi e Andrea Palombi, titolari della Casa editrice Nutrimenti, Fabio Masi, libraio de L’Ultima Spiaggia di Ventotene e Camogli e de L’Amico Ritrovato di Genova, Marco e Guido Garavoglia di Milano.

Le comprovate esperienze dei soci nell’editoria sono la garanzia dell’alta proposta di qualità che offrirà la Centofiori. Inoltre la nuova squadra può già vantare sinergie vincenti quali l’apertura della Libreria Nutrimenti di Procida e de L’Amico ritrovato di Genova.

La libreria sarà diretta da Vittorio Graziani affiancato da Veronica Casati, libraia in Piazzale Dateo già nella precedente gestione.

La Centofiori rinasce mantenendo i punti di forza che nel tempo l’hanno resa una libreria di quartiere dal respiro e dall’animo cittadino e, grazie alla direzione di Vittorio Graziani, si approprierà della visione d’insieme e degli strumenti propri di una grande libreria.

La nuova Centofiori sarà una libreria in cui coesisteranno più anime, quella della libreria di proposta ma anche quella della libreria di servizio perché - dice Vittorio - è necessario oggi che la libreria ragioni e si muova sia in retrospettiva che in prospettiva, che anticipi il gusto, che offra ampia possibilità di scelta ai lettori, non perdendo mai quello che è l’unico e solo riferimento: la sua comunità.

La libreria, nei suoi 100mq, ha subito una profonda ristrutturazione. Si presenta accogliente e curata ed è divisa idealmente in tre sale: narrativa, saggistica e letteratura per l’infanzia. Perché i bambini possano scoprire il piacere di leggere, avranno una sala interamente dedicata e studiata per interagire con i libri in completa libertà.

Commenti
    Tags:
    milano libreria centofioricentofiori libreria milano
    in evidenza
    Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

    VIDEO

    Terence Hill lascia Don Matteo
    Applauso d'addio della troupe

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.