A- A+
Culture
Roma Film Fest, Tom Hanks: "Le presidenziali Usa? Un festival di m..."

Alla Festa del Cinema di Roma e' il giorno di Tom Hanks, protagonista nel pomeriggio del primo incontro col pubblico - dopo di lui, tra gli altri, Oliver Stone, Bernardo Bertolucci, Meryl Streep e Roberto Benigni - moderato dal direttore artistico Antonio Monda. Quindi la consegna del premio alla carriera dalle mani di Claudia Cardinale ("uno dei piu' grandi attori di sempre, il suo 'Forrest Gump' e' un capolavoro", ha dichiarato l'attrice). Protagonista di pellicole memorabili come 'Salvate il soldato Ryan', 'Cast Away', 'Apollo 13', 'Il codice da Vinci' fino a 'Il ponte delle spie', Tom Hanks confessa che non ama riguardare i film che ha fatto. "Quelle pellicole non cambiano - racconta durante un incontro con la stampa - e se li riguardo, penso di essere invecchiato mentre i film restano sempre uguali. Pensate a 'Splash una sirena a Manhattan' (diretta da Ron Howard nel 1984, ndr), in cui ero giovanissimo...".

Secondo Hanks, per un attore "e' importante la longevita' artistica: questo e' il significato del successo e io sono fortunato anche perche' faccio un mestiere magnifico e per me ogni film e' un'avventura, un'esperienza nuova". L'attore e produttore americano confessa di amare il cinema italiano, di ritenere che in un film in coppia con Roberto Benigni i due sarebbero "fortissimi" e ricorda di aver visto da piccolo '8 e mezzo' di Federico Fellini ("che e' molto meno divertente dei miei nipoti", scherza) e di non averci capito nulla. Se Benigni potrebbe rappresentare il futuro, Clint Eastwood e' il presente.

Sotto la sua regia, infatti, Tom Hanks ha girato 'Sully', film che arrivera' in sala italiane a dicembre. "Ammiro Clint Eastwood che ha fatto alcuni dei film piu' sofisticati che abbia mai visto, come 'Invictus' o 'Mistic River' - dice l'attore - lavorare con lui? Parla pochissimo: l'unico scambio che abbiamo avuto prima delle riprese e' stato su quando avremmo iniziato a girare. Niente prove sul set - racconta ancora - vuole che i suoi attori arrivino pronti. La cosa piu' curiosa con Clint e' che pensi che senza prove sarai vincolato, ci saranno tanti ciak. Invece e' liberatorio".

Infine, le elezioni presidenziali Usa: "Non so se si può dire, visti i tanti giornalisti presenti, ma le presidenziali Usa 2016 sono un festival di merda. Ogni quattro anni ci troviamo con un Paese davanti a un bivio, dove c'è ansia e timore del futuro, ma mai come questa volta c'è un candidato autoreferenziale, pieno di idee assurde in cui non investiamo e non lo faremo neppure questa volta".

Tags:
roma film fest programmaroma film fest forrest gumptom hanks roma film fest
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.