A- A+
Culture
Russia, fiume diventa rosso (sangue): mistero a Norilsk in Siberia
FIUME ROSSO SANGUE RUSSIA

Russia, fiume diventa rosso: mistero a Norilsk. Il fiume, ormai noto come rosso "sangue", spaventa la gente. Inquinamento? Sostanze chimiche, mistero. Allarme. si indaga

E' mistero a Norilsk, una piccola cittadina russa, dove è cambiato il colore del fiume Daldykan.  Un FIUME ROSSO SANGUE. Il Daldykan si trova in Siberia, polo industriale e una delle città più inquinate in Russia.

Secondo quanto riporta Dire Giovani, "per questo, sebbene una ragione scientifica per il cambiamento di colore acqua deve ancora essere individuata, sono in molti ad aver puntato il dito contro la Norilsk Nikel, un impiato metallurgico nei pressi del fiume.
Ipotesi presa in considerazione anche dal Ministero per l’Ambiente russo, che ha aperto un’inchiesta per scoprire se il fiume sia diventato “rosso sangue” a causa dei rifiuti tossici della fabbrica. Secondo alcuni rapporti, una “sostanza chimica non identificata” sarebbe la causa dell’inquinamento delle acque del fiume a seguito di un probabile incidente presso l’impianto di Norilsk Nikel, il più grande produttore al mondo di nickel e palladio. L’amministrazione della società ha respinto le accuse".

Intanto però è stata aperta un'indagine dalle autorità russe per il mistero del fiume Daldykan, ormai noto in tutto il mondo per queste acque rosso sangue.

fiume rossoFIUME ROSSO SANGUE
 

 

Fiume rosso sangue in Russia. L'ipotesi del nichel


Il coloro ROSSO DEL FIUME Daldykan  avrebbero raggiunto delle formazioni i rocciose formate principalmente di nichel e rame e che per questo sarebbero diventate rosso sangue. Questa una delle ipotesi.

 

Fiume rosso sangue in Russia. L'ipotesi del ferro
 

 

 

 

 

 


Alcuni tipi di processi di ossidazione ad alta temperatura o pressione traformano le materie minerali di solfuro in ossido di ferro. Quando vendono mescolati con l’acqua, i rifiuti si trasformano rosso brillante.

 

Russia, fiume siberiano diventa rosso sangue. Scia di sostanze chimiche e misteri. Le prime notizie
 

Le immagini del fiume Daldykan circolano sui media di tuto il mondo. Il quotidiano di governo Rossiiskaya Gazeta dice che la colpa del fenomeno potrebbe essere di una falla in una conduttura che raccoglie gli scarti della lavorazione di rame e nickel. Norilsk Nickel è il più grande produttore di nickel e palladio al mondo.

I suoi enormi altoforni sono stati costruiti in epoca sovietica sulla penisola di Taimyr, nella regione di Krasnoyarsk, in Siberia. Il gruppo minerario ha un impianto che si chiama Nadezhda nei pressi del fiume Daldykan. Ma rappresentati della società dicono di non essere a conoscenza problemi all'impianto che avrebbero inquinato il fiume. Il miliardario Vladimir Potanin è presidente di Norilsk Nickel.

Tags:
fiume rossofiume rosso sanguefiume rosso russiafiume rosso siberiarussia fiume rossosiberia fiume rosso
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.