A- A+
Cura di sé
Andrologi a caccia di futuri stalker. "Si capisce fin da ragazzi"

L’andrologo del duemila viaggia su web e social network per informare più ragazzi possibili, è alla continua ricerca di innovazioni chirurgiche per dare speranza a tutti quegli uomini affetti da tumore alla prostata, e si cimenta anche con i comportamenti adolescenziali tramite i quali scoprire potenziali stalker. Attenzione poi all’inquinamento ambientale che incide sulla capacità riproduttiva degli uomini.

Su tutto ciò si farà il punto a Maratea dal 28 al 31 Maggio nell’ambito del XXX Congresso Nazionale della Società Italiana di Andrologia. Sarà l’occasione per parlare di numerose novità nel campo della diagnosi e della terapia di importanti problematiche della sfera sessuale”, annuncia Giorgio Franco, Presidente SIA, che poi rilancia: “Il web rimane il nostro punto di partenza, l’andrologo 2.0 è essenziale per informare i ragazzi. Tra web e social network sono oltre 500.000 quelli che si sono informati sule tematiche sessuali negli ultimi 2 anni”.

L’andrologo, oramai considerato il ginecologo dell’uomo, può individuare un potenziale stalker tramite alcuni segni che compaiono nell’adolescenza e individuabili tramite un questionario in via di creazione, come spiegherà Alessandro Papini, medico di Arezzo.

Un progetto di ricerca europea dal titolo “Ecofoodfertility” sarà invece presentato da Luigi Montano, di Avellino, che analizzerà le conseguenze dell’inquinamento ambientale sulla capacità riproduttiva del maschio, in un’area la Terra dei Fuochi oggi al centro del dibatti sociale per le conseguenze legate a decenni di discariche abusive. Sappiamo che tra un uomo che vive in città e uno che vive in campagna, la qualità dello spermiogramma è maggiore nel secondo.

Innovazioni nel campo della chirurgia sono attese dai dati che Nicola Mondaini e Riccardo Bartoletti, di Firenze, presenteranno su una nuova tecnica chirurgica ideata da un anno che consente di rendere sessualmente attivi, già dopo tre settimane, uomini operati per prostatectomia radicale per tumore alla prostata (insieme al polmone il più frequente nella popolazione maschile) in casi dove non è possibile effettuare chirurgie conservative dei fasci nervosi deputati all’erezione o dove il danno dell’erezione è presente prima dell’intervento. Fino ad oggi, tale soluzione veniva praticata con due tipi di operazioni con maggior spesa per il sistema sanitario e maggior stress del paziente che doveva sottoporsi a 2 interventi. La suddetta metodica potrebbe cambiare la qualità di vita di circa il 50% dei pazienti con diagnosi di tumore della prostata per i quali oggi la soluzione dopo l’intervento è ricorrere ad una puntura a livello penieno per avere una sessualità con ripercussione sulla coppia.

Tags:
andrologisalutemaschifertilità
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.