A- A+
Economia
Addio Fiat, dal 12 ottobre nasce ufficialmente FCA

Fiat S.p.A comunica che si sono avverate tutte le condizioni sospensive alla fusione di Fiat in Fiat Investments N.V. (che prendera' il nome di Fiat Chrysler Automobiles N.V., 'FCA') previste dal progetto di fusione approvato dall'assemblea degli azionisti di Fiat il 1° agosto 2014. Il termine previsto dalla legge italiana per l'opposizione dei creditori e' scaduto il 4 ottobre 2014 e non sono state proposte opposizioni. E' quanto si legge in una nota del gruppo, nella quale si aggiunge che e' previsto che la fusione abbia effetto il 12 ottobre 2014.

Come gia' comunicato, il diritto di recesso e' stato esercitato per un numero di azioni tale da non comportare il superamento del limite di 500 milioni di euro all'importo da pagarsi agli azionisti recedenti ed ai creditori che avessero proposto opposizione. Di conseguenza la relativa condizione sospensiva e' soddisfatta. Il 6 ottobre 2014 il New York Stock Exchange (Nyse) ha comunicato di aver approvato la quotazione delle azioni ordinarie di FCA, subordinatamente alla loro emissione al momento dell'efficacia della fusione. Lo stesso giorno Borsa Italiana S.p.A. ha approvato la quotazione delle azioni ordinarie di FCA sul Mercato Telematico Azionario (Mta), subordinatamente alla autorizzazione da parte di Consob della pubblicazione del relativo documento informativo (documento di equivalenza). E' previsto che la fusione abbia effetto il 12 ottobre 2014 e che le azioni ordinarie di FCA siano quotate sul Nyse e, subordinatamente all'autorizzazione da parte di Consob alla pubblicazione del relativo documento informativo, sul Mta a partire da lunedi' 13 ottobre 2014. E' previsto che l'ultimo giorno di quotazione delle azioni ordinarie Fiat sul Mta, Euronext France e Deutsche Borse sia venerdi' 10 ottobre 2014.

Tags:
fiatfca

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.