A- A+
Economia
Alitalia, allarme dei sindacati: verso il licenziamento di 2.200 lavoratori

Uilt, da Alitalia procedura licenziamento 2.200 lavoratori

"Il ministero del Lavoro convochi subito le parti sociali e predisponga al più presto una proroga del decreto di cassa integrazione per le lavoratrici e i lavoratori ancora in forza in Alitalia in As, non si possono lasciare oltre 2.200 persone per strada e non lo consentiremo". Lo afferma la Uiltrasporti rivolgendosi al governo, facendo sapere dell'avvio delle procedure di licenziamento per 2.245 lavoratori di Alitalia (2.198) e Alitalia City Liner (47), comunicata in una lettera datata 7 luglio. La cassa integrazione scade il prossimo 31 ottobre. 

LEGGI ANCHE: Ita, ecco la seconda vita degli ex-manager di Alitalia

"I piani di crescita e di sviluppo delle aziende che hanno rilevato le attività di Alitalia in As prevedevano l'assorbimento di personale entro il 2025, motivo per il quale avevamo già chiesto la proroga della cassa integrazione, ad oggi prevista fino al 31 ottobre di questo anno, almeno per tutto il 2025. Una richiesta che diventa ancora più necessaria dopo i ritardi causati dall'Ue nell'acquisizione di Ita Airways da parte di Lufthansa", afferma la Uiltrasporti. E "tutto questo - prosegue la Uilt - non può ripercuotersi sui lavoratori ed è per questo che torniamo a chiedere l'estensione della cassa integrazione, per consentire il reinserimento delle persone nel ciclo produttivo, nonché l'avvio di politiche attive del lavoro con piani di formazione, mantenimento delle licenze e ricollocazioni






in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.