A- A+
Economia

 

 

alitalia

Lunedi' prossimo  ci sara' una nuova riunione a Palazzo Chigi sull'Alitalia tra il Governo e i rappresentanti della compagnia. Il nuovo vertice e' stato convocato alle ore 17. Martedi' scorso si e' tenuta una prima riunione sulla situazione della compagnia ex di bandiera, alla quale hanno partecipato, oltre al Governo, i vertici della compagnia, esponenti del sistema bancario, assicurativo e imprenditoriale. Al termine della riunione e' diffuso un comunicato nel quale si e' spiegato che sul tavolo sono emerse ''diverse ipotesi volte a consentire il superamento dell'attuale fase congiunturale. In considerazione della situazione politica''.

Oggi intanto si è tenuto un nuovo Cda della compagnia dopo quello della scorsa settimana che ha approvato un aumento di capitale non inferiore ai 100 milioni di euro e la sottoscrizione dei 55 milioni del prestito convertibile ancora inoptato.

Bisognera' capire a questo punto le intenzioni di Air France, che possiede il 25% della compagnia e che nelle indiscrezioni dei giorni scorsi sembrava intenzionata a salire oltre il 50%, a condizioni pero' ben precise.

Il giorno dopo la riunione del board dell'Alitalia, pero', la compagnia franco olandese ha opposto un secco ''no comment'' alla possibilita' di partecipare all'aumento di capitale che sarebbe poi il mezzo attraverso il quale aumentare la propria partecipazione in Alitalia.

Secondo indiscrezioni rilanciate dal giornale francese Le Figaro, infatti, Air France il nodo della questione sarebbe legato alle scarse informazioni fornite dal Cda di Alitalia sulle modalita' di smaltimento del debito, che ammonterebbe a circa 1 miliardo di euro. Dalle indiscrezioni circolate in questi giorni sul fronte italiano, invece, sembrerebbe che il Governo punterebbe a rafforzare la situazione economica dell'Alitalia, permettendo all'ad della compagnia, Gabriele Del Torchio, di portare avanti il suo piano di risanamento per dare modo alla compagnia di arrivare a un'alleanza internazionale, che potrebbe non essere necessariamente con Air France, in una posizione non subalterna.

Il vertice di Palazzo Chigi di martedi' scorso, sempre secondo indiscrezioni, non avrebbe pero' trovato unanimita' di intenti tra tutte le parti in gioco, tanto da rendere necessario un nuovo incontro, che sarebbe appunto quello di lunedi' prossimo.

Il Messaggero oggi pubblica un'indiscrezione secondo la quale il piano Air France per l'Alitalia conterrebbe 4 mila tagli al personale e il ridimensionamento di Fiumicino, sottoposto allo scalo parigino di Charles De Gaulle. Intanto l'Alitalia ha chiuso i primi sei mesi dell'anno con una perdita netta di 294 milioni, in crescita rispetto al rosso di 201 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente e presenta, al 30 giugno scorso, una disponibilita' liquida gestionale totale di 128 milioni di euro.

"Nessun piano, non leggete i giornali", ha però commentato Philippe Calavia, direttore finanziario di Air France. "Io sono prudente per ruolo e ottimista per natura", ha detto, entrando alla riunione del consiglio di amministrazione di Alitalia, a chi gli chiedeva se fosse preoccupato.

Tags:
alitaliaair france
i più visti
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.