A- A+
Economia
Art. 18, scontro nel governo. Duello Pd-Ncd sull'abolizione

Angelino Alfano ribadisce la sua richiesta: abolire l'articolo 18 entro la fine di agosto, gia' nel dl SbloccaItalia. "Noi - afferma il leader di Ncd intervistato da Repubblica - suggeriamo al governo altre tre mosse in tre mesi. La prima: dare un segnale di forte semplificazione delle regole con l'abolizione dell'art. 18 entro la fine di agosto. La seconda: pagare 15 miliardi di debiti della pubblica amministrazione entro fine settembre. Terza: la delega fiscale, che per noi significa centralita' della famiglia, semplificazione, possibilita' per gli imprenditori, come gia' avviene con l'Iva, di pagare le tasse non quando fatturano ma solo quando incassano".

Quanto alle obiezioni del ministro Madia, Alfano replica: "E' normale che ci siano argomenti che dividono perche' questo governo e' nato dall'incontro di forze politiche che alle elezioni si erano presentate su fronti opposti. Ma abbiamo scelto di fare un tratto di strada insieme per uscire dall'emergenza e per noi l'abolizione dell'art. 18 a questo punto diventa necessaria".  "Chiediamo che in tema di art. 18 si prendano decisioni rapide: la sede naturale sarebbe la delega lavoro ma siccome abbiamo prima lo Sbocca-Italia speriamo di riuscire a convincere tutti i partner di coalizione in modo da realizzare gia' con il Consiglio dei ministri di fine agosto questo storico obiettivo", ha aggiunto il ministro. Ma e' polemica con il Pd: la questione lavoro "sara' affrontata con la delega che in questo momento e' in discussione al Senato. In quest'ambito affronteremo senza chiusure pregiudiziali le proposte che verranno messe in campo.

Anticipare quella discussione a strumenti che non sono propri credo sia sbagliato", chiarisce il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini, rispondendo a una domanda sulla richiesta di Alfano di abolire l'art.18 per i nuovi assunti entro agosto con lo Sblocca Italia.

"Noi dobbiamo affrontare complessivamente la discussione sul lavoro - prosegue Guerini - lo abbiamo fatto col decreto e lo faremo con la legge delega. A questo strumento dobbiamo fare riferimento, affrontando la questione nel suo complesso. Dentro la delega ci sono vari argomenti oggetto di riflessione, in particolare le politiche attive per il lavoro. Li' - conclude - ragioneremo senza tabu' ideologici ma anche senza la tentazione di piantare bandierine".

Sul tema interviene anche la Cgil: "La priorita' non e' continuare a discutere di precarizzare e togliere garanzie. Il tema e' creare posti di lavoro". E' in questo tweet di Susanna Camusso del 7 agosto la risposta alla proposta di Angelino Alfano di abolire l'articolo 18 per i nuovi assunti. Intervistata ad Agora' proprio sull'idea del ministro dell'Interno di inserire la misura gia' nello Sblocca Italia, il leader della Cgil ha risposto: "Come e' assolutamente evidente nella storia di questi 20 anni, il tema e' agitato ideologicamente e non risolve nessun problema, in particolare rispetto all'occupazione.

Il ministro Lupi replica al Pd: "Questo non e' un governo monocolore del Partito democratico, e' un governo di ricostruzione del paese. E l'Italia deve tornare a essere un grande paese. Lo dobbiamo ricostruire e dobbiamo farlo in fretta. Per questo siamo al governo", dice il ministro dei Trasporti. Sul 'soccorso' di Forza Italia per quanto riguarda l'economia, Lupi invece aggiunge: "Abbiamo la piu' forte maggioranza degli ultimi anni, non abbiamo bisogno di nessun soccorso azzurro. Se Forza Italia si e' pentita degli errori che ha fatto in questi mesi scegliendo l'interesse del proprio partito e non l'interesse del paese, lo dica chiaramente e cambi posizione".

Tags:
articolo 18alfanolavoromadiaangeletti

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.