A- A+
Economia
castellucci

Reazione negativa in borsa dei titoli Atlantia e Gemina all’annuncio ufficiale del via libera all’integrazione tra le due società che fanno riferimento alla famiglia Benetton. Atlantia subisce infatti una sospensione per eccesso di volatilità per poi cedere il 3,45% in chiusura, mentre Gemina viene congelata al ribasso per alcuni minuti prima di tornare agli scambi con un calo di quasi il 7% rispetto a giovedì scorso, chiude a -6,09% (venerdì entrambi i titoli erano rimasti sospesi per l’intera seduta).

Le due società hanno deciso di procedere ad una fusione carta contro carta sulla base di un rapporto di concambio pari ad una nuova azione Atlantia ogni nove azioni Gemina possedute (ex dividendo); al termine dell’operazione di incorporazione, attesa prima della fine del 2013, Atlantia resterà dunque l’unica società quotata mentre Gemina sparirà dal listino di Milano. Secondo quanto ha già sottolineato in un’intervista durante il weekend il numero uno di Atlantia, Giovanni Castellucci (nella foto), il fine ultimo dell’operazione è aumentare l’esposizione di Atlantia alla crescita internazionale, con un primo obiettivo indicato nella partecipazione alle gare per alcuni scali in Cile e Brasile.

Quanto ai numeri, Atlantia, società cui fa capo la principale rete autostradale italiana, ha chiuso il 2012 con un utile netto di 808 milioni in calo del 10%, a fronte di una flessione del traffico in Italia del 7,5%, mentre Gemina, società che controlla Aeroporti di Roma, ha chiuso l’esercizio passato con un utile netto di gruppo pari a 193,7 milioni, in crescita di 208,5 milioni principalmente grazie alla cessione di Adr Retail. Le reazioni degli analisti non si sono fatte attendere: Cheuvreux ha tolto Gemina dalla propria “selected list” tagliando il giudizio a “outperform” da “buy” pur migliorando leggermente il target price a 1,6 da 1,55 euro.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
atlantiageminabenetton
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.