A- A+
Economia
Oxfam: Bnp, SocGen e Natixis speculano sulla fame nel mondo

Bnp Paribas, Societe Generale e Natixis. Sono le tre banche francesi finite sul banco degli imputati di Oxfam Francia, una delle più grandi Ong del mondo, per aver speculato sulla fame nel mondo attraverso fondi d'investimento specializzati nel settore delle materie prime agricole. Del quartetto spiega Oxfam faceva parte anche il Credit Agricole, che rispetto ai report passati, ha rispettato quanto espresso riguardo alla sua volontà di ridurre gli investimenti, anche se si è rifiutata di assumere impegni precisi a lungo termine.

L'Ong denuncia che l'importo totale dei fondi gestiti dalle banche in questione è di oltre 3,5 miliardi di euro, valore superiore ai 2,58 miliardi del 2013. Fondi che speculando sulle commodity agricole alimentando la volatilità dei prezzi, peggiorando le condizioni di milioni di persone che vivono già in una situazione d'indigenza.

Se si vanno ad osservare i meccanismi con cui avviene la speculazione, si riscontra che solo il 3% dei prodotti agricoli corrisponde in realtà a consegne fisiche mentre il 97% è legato alla copertura e a operazioni di arbitraggio sui mercati a termine.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
banchefranciaspeculazioneong
i più visti
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.