A- A+
Economia

"Una possibile linea di intervento destinare ai Comuni l'intero gettito dell'Imu". Lo sostiene Bankitalia nell'audizione di Alessandro Buoncompagni (Servizio rapporti fiscali) e Sandro Momigliano (servizio studi di struttura economica e finanziaria) in commissione finanze del Senato.Secondo la Banca d'Italia questa scelta darebbe benefici in termini di visibilita' dell'imposta e eviterebbe forme "di concorrenza fiscale di tipo verticale e vi sarebbero risvolti positivi in termini di maggiore coinvolgimento degli enti nelle attivita' antievasive e antielusive. "La riforma dell'Imu puo' essere l'occasione per una ulteriore razionalizzazione dei poteri di prelievo - aggiungono - condotta nello spirito della separazione delle fonti".

I tempi lunghi della riforma del catasto rendono opportuno trovare "meccanismi che attenuino disparita' di trattamento ingiustificate". I funzionari della Banca d'Italia hanno ricordato che la riforma "potrebbe richiedere tempi abbastanza lunghi, recentemente stimati nell'ordine di un quinquennio".

Tags:
catastoimubankitalia

in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.