A- A+
Economia
bankitalia

Il circolo vizioso bancario non si è spezzato: le famiglie non riescono a ripagare i prestiti, i crediti deteriorati non diminuiscono, gli istituti si fidano sempre meno e continuano a tenere ben stretti i cordoni della borsa. Lo certifica la Banca d'Italia.

I prestiti alle famiglie sono scesi dell'1,1 per cento sui dodici mesi (-1,0 per cento a giugno); quelli alle società non finanziarie sono diminuiti, sempre su base annua, del 4,1 per cento, come a giugno. Complessivamente i prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione su base annua del 3,3 per cento (-3,0 per cento a giugno). Nello stesso mese il tasso di crescita dei depositi del settore privato è stato pari al 5,9 per cento (6,0 per cento a giugno). La raccolta obbligazionaria è diminuita del 6,3 per cento sui dodici mesi (-4,2 per cento nel mese precedente). Il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze è risultato pari al 22,2 per cento (21,9 per cento nel mese precedente). Crescono le sofferenze: il tasso di crescita sui 12 mesi è risultato del 22,2% (21,9% nel mese precedente).

Brutte notizie anche sul fronte mutui. I tassi d'interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui finanziamenti erogati nel mese alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono saliti al 3,96 per cento rispetto al 3,90 per cento di giugno. I tassi sulle nuove erogazioni di credito al consumo, prosegue Bankitalia, sono stati pari al 9,52 per cento (9,55 a giugno). I tassi d'interesse sui nuovi prestiti alle societa' non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono stati pari al 4,41 per cento (4,30 nel mese precedente); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia sono aumentati al 2,96 per cento (2,77 per cento a giugno). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari all'1,05 per cento (1,08 per cento a giugno).

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bankitalia
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.