A- A+
Economia
Bce, Draghi esclude il default della Grecia. Poi una manifestante lo terrorizza. Video

di Andrea Deugeni
twitter11
@andreadeugeni

Chi è la manifestante del movimento Blockupy che ha fatto irruzione nella Bce con un salto da pantera sulla scrivania di Mario Draghi lanciando coriandoli e confetti? Per il momento si sa soltanto che la ragazza ha 25 anni, è originaria del Caucaso, appartiene al movimento transnazionale antagonista che riunisce varie associazioni europee unite nella contestazione alle politiche di austerità portate avanti dalla Bce e dalla Commissione Ue e ha fatto un blitz in perfetto stile Femen. Una nota: come avrà fatto ad arrivare al 15 piano della nuova sede della Bce dove si tengono le conferenze stampa del presidente dell'Eurotwer, senza essere giornalista? La risposta arriva in serata con uno statement dell'Eurotower: "L'attivista è stata registrata come giornalista di un'agenzia giornalistica che non rappresenta..."

Il movimento Blockupy torna a colpire a Francoforte, città che ospita la sede della Banca centrale europea. A poco meno di un mese dagli scontri fra manifestanti del movimento transnazionale anti-austerity e polizia in occasione dell'inaugurazione della nuova sede della Bce, una manifestante è saltata con tutti e due i piedi sulla scrivania dov'è abitualmente seduto il presidente Bce proprio durante la consueta conferenza stampa di Mario Draghi post board-Bce (tassi d'interesse lasciati invariati al minimo storico).

Urlando slogan contro l'Eurotower, l'esponente (di nazionalità caucasica) di Blockupy ha gettato addosso al numero uno della Bce una busta di coriandoli. Draghi ha cercato di proteggersi con le mani mentre le guardie del corpo hanno bloccavato la contestatrice allontanandola, facevandogli da scudo. Un colpo di scena che, dopo un iniziale spavento, Draghi ha archiviato riprendendo la conferenza stampa con "un torno positivo". 

Il presidente della Bce ha fatto il punto sull'applicazione del programma di quantitative easing che "procede liscia, in linea con i volumi annunciati di 60 miliardi di euro al mese" e le misure adottate "si stanno dimostrando efficaci", come provato dall'allentamento delle condizioni e dei costi di finanziamento e dalla crescita dei flussi di credito verso famiglie e imprese, a fronte di una domanda di credito "aumentata notevolmente". 

draghi ape (2)
DRAGHI TERRORIZZATO DAI CORIANDOLI - GUARDA IL VIDEO
La conferenza stampa del presidente della Bce, Mario Draghi, è stata interrotta da una manifestante, poi portata via dai funzionari della sicurezza che, messasi davanti alla postazione di Draghi, è saltata sulla scrivania al grido "stop Ecb dictatorship" lanciando coriandoli. La manifestante, una giovane caucasica dall'età apparente di venticinque anni circa, indossava una maglietta con scritto appunto 'Ecb dictatorship'. La conferenza stampa e' ripresa dopo pochi minuti dall'allontanamento della donna.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
bcemario draghiqevideoinflazioneripresamanifestantecoriandoli
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.