A- A+
Economia
benetton
 


La volontà della famiglia Benetton era quella di rimanere nel centro di Treviso con la sede di Edizione, la holding che controlla l'impero di Ponzano Veneto.

E così grazie all'acquisto per 13,5 milioni di euro dalla fondazione Cassamarca dell'edificio dell'ex Tribunale nel centro della città veneta, i Benetton riusciranno a raggruppare in un unico spazio le diverse sedi in cui opera il gruppo.

L'ente trevigiano guidato dal vulcanico Dino De Poli e il presidente di Edizione Holding Gilberto Benetton hanno appena firmato il contratto definitivo di compravendita (preliminare firmato la scorsa primavera) dell'immobile (non strategico per le attività della fondazione) che consentirà all'ente veneto, anche azionista di UniCredit, di far cassa per rimpolpare il bilancio 2013 e alla famiglia trevigiana di razionalizzare la gestione degli spazi delle società del gruppo.

La fondazione di De Poli aveva acquistato dal Comune l'area dell'ex Tribunale, dell'ex Carceri Austriache e dell'ex caserma dei vigili urbani nel 2005, circa 8.500 metri quadrati che ora ospiteranno i 50 dipendenti della holding dei Benetton. Un'operazione che è stata salutata positivamente anche dalle istituzioni cittadine, per il fatto che contribuirè anche alla riqualificazione del centro di Treviso e a contrastare perciò la tendenza, in atto ormai da alcuni anni, di spopolamento del tessuto urbano a favore di aree più periferiche.

 

Tags:
benettonedizione

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.