A- A+
Economia

Enrico Bondi e' stato rinviato a giudizio per falsa testimonianza nell'ambito di un filone d'inchiesta sui dossier illeciti di Telecom Italia.

Il processo comincera' il prossimo 11 novembre davanti alla quarta sezione penale. La richiesta di rinvio a giudizio per Enrico Bondi e per l'ex capo del personale di Telecom Roberto Maglione era stata avanzata dai pm Alfredo Robledo e Antonio D'Alessio lo scorso maggio. La vicenda riguarda la finta cimice trovata il 20 agosto di 12 anni fa nell'auto noleggiata un paio di settimane prima a Fiumicino da Bondi, scelto da Marco Tronchetti Provera come a.d. della societa' di telecomunicazioni. Bondi, sentito dagli inquirenti il 12 novembre 2010, aveva negato che l'episodio della microspia avesse avuto come conseguenza l'allontanamento dell'allora segretario generale di Tlc Vittorio Nola. Proprio quest'ultimo aveva sporto denuncia. Stando alla ricostruzione dell'accusa, invece, Bondi avrebbe omesso "di comunicare quanto a sua conoscenza in merito alle ragioni dell'avvenuto allontanamento dalla Telecom di Nola, escludendo che tale ultimo accadimento fosse da collegare con l'evento della cimice 'famosa'". Maglione, invece, durante la sua testimonianza nel corso del processo sui dossier illegali, "affermava il falso e negava il vero, laddove - si legge nell'imputazione - dichiarava di non aver assistito (quale responsabile del personale) ad alcun incontro con Bondi e Nola", nel quale "fu comunicato, in realta' in sua presenza, a quest'ultimo da parte dello stesso Bondi, l'immediato, improvviso ed immotivato allontanamento dall'azienda Telecom".

Tags:
bonditelecomdossier illeciti
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.