A- A+
Economia
E' il giorno di Mario Draghi Borse europee in rialzo

Le borse europee sono in prudente rialzo, in attesa che la Bce sveli le sue intenzioni sul quantitative easing, l'allentamento quantitativo con cui intende ridare fiato all'economia e rialzare l'inflazione. Londra avanza dello 0,08%. A Milano il Ftse Mib a +0,24%. Francoforte guadagna lo 0,04% e Parigi lo 0,01%. Madrid cresce dello 0,4%.

Oggi, appunto, il direttivo della Bce dovra' decidere se lanciare il quantitative easing, cioe' decidera' se, quando e come utilizzare il bazooka a sua disposizione per contrastare la deflazione e far ripartire i finanziamenti delle banche all'economia.

Si tratta di una riunione storica, alla quale L'Eurotower ci arriva divisa. I votanti all'interno del direttivo sono 21 e il compito di Mario Draghi sara' quello di ridurre al minimo il dissenso nei confronti di questa misura straordinaria, contro la quale sono schierati la Bundesbank e gli altri 'falchi' dell'Eurosistema e cioe' Olanda, Lussemburgo e alcuni paesi dell'est europeo. Il direttivo non deve scegliere all'unanimita', ma una maggioranza troppo risicata per un provvedimento cosi' importante toglierebbe credibilita' alla politica monetaria della Bce e rischierebbe di vanificare gli effetti del quantitative easing.

Il QE e cioe' il quantitative easing significa 'allentamento quantitativo' ed e' una misura straordinaria che si andrebbe ad aggiungere alle altre misure straordinarie gia' sul tappeto e cioe' ai finanziamenti a lungo termine Ltro e Tltro e agli acquisti di Abs e covered bond. Si tratta di uno strumento di politica monetaria mai messo in campo in Europa ma ampiamente utilizzato dalla Fed, dalla Banca d'Inghilterra e dalla Boj, che in pratica consiste in un maxi-programma di acquisti di asset, in particolare titoli del debito pubblico e bond bancari, finanziato con denaro creato ex novo e finalizzato a inondare di liquidita' l'economia per stimolarne la crescita. In genere e' la banca centrale e dunque in questo caso la Bce che dovrebbe garantire gli acquisti, mutualizzando il rischio di eventuali default.

In questo caso pero' e' possibile che Draghi, per evitare una spaccatura troppo ampia dentro il direttivo, proponga che almeno una parte dei rischi del QE vengano assunti dalle banche nazionali. L'altra incognita riguarda l'entita' del QE. Draghi potrebbe optare per una cifra iniziale intorno ai 500 miliardi di euro, oppure puntare su un programma che preveda l'acquisto di 50 miliardi di euro di titoli al mese per almeno un anno. L'altra incognita riguarda la presenza o meno nel programma della Grecia. (AGI) Gaa

Tags:
borsebcedraghiquantative easingqe

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.