A- A+
Economia
"Non è stato l'11 settembre d'Europa". Ecco perché le borse snobbano Charlie Hebdo

di Andrea Deugeni
twitter11@andreadeugeni

Attacco terroristico al cuore d'Europa. Ma le borse europee lo ignorano e si chiudono la seconda seduta positiva, dopo l'irruzione di mercoledì dei tre jihadisti nella redazione di Charlie Hebdo. Come mai? Affaritaliani.it lo ha chiesto a Manlio Bonafede, esperto analista finanziario di Banca Leonardo e profondo conoscitore delle dinamiche dei mercati.

Perché dopo l'episodio terroristico di Charlie Hebdo le borse europee continuano a rimanere positive? Sembra che non abbiano accusato il colpo. Eppure in queste ore vengono in mente le reazioni dei mercati dopo l'11 settembre o gli attacchi ai treni a Madrid o alla metropolitana di Londra...
"Per due motivi: il primo è che dopo il dato sulla deflazione in Europa, ora i mercati danno per scontata l'azione della Bce sui titoli di Stato tramite il quantitative easing".

E l'altro?
"Con tutto il rispetto per le vittime, in questo momento gli investitori hanno altre priorità. L'attentato di ieri è stato un atto molto mirato che non va a incidere in maniera così grossa come poteva essere un attacco a un simbolo dell'economia come è stato quello  alle Torri Gemelle, attacco che paralizzò per due o tre mesi l'America, dopo il quale vennero bloccati gli aeroporti, i porti e ogni attività commerciale. E non solo. Ci fu un rallentamento effettivo e immediato dovuto alla paura di altri attentati. Timori che inasprirono i controlli negli Usa. Fu un discorso molto diverso".

Mentre quest'episodio di Charlie Hebdo...
"E' stato molto mirato, ben delineato e con un target ben preciso. Si è trattato di una vendetta verso un giornale e non verso un sistema. Un'azione, tutto sommato, molto specifica che non dovrebbe andare ad impattare sull'operatività dei mercati". 

Tags:
borsecharlie hebdobce

in evidenza
Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali

La Diletta di Qatar 2022. Le foto

Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali


motori
Nuova Peugeot 408, fascino unico e inaspettato

Nuova Peugeot 408, fascino unico e inaspettato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.